Articoli

Ma sì…permettimi di rimanere nella camera da letto e di continuare con il fai da te! E’ un periodo in cui sono molto fantasiosa!
Due settimane fa ho parlato delle testate del letto oggi voglio spostare il focus su un altro elemento spesso “standardizzato”: il comodino!
Dobbiamo metterne davvero due uguali? devono per forza assomigliare a dei como’ in versione più piccola?!

Beh…vi propongo alcune possibilità diverse… anche qui bisogna lasciare spazio alla fantasia, tenendo sempre presente lo stile e i colori di quella stanza!!

(foto dal web)

In modalità “riciclo” oggi voglio parlare di testate dei letti….
perché comprare necessariamente un letto che abbia una struttura??? alle volte basta la rete con il materasso e TANTA TANTA fantasia!
si possono disegnare, si possono fare imbottite oppure usare porte, persiane, remi…chi più ne ha più ne metta… ce n’é per tutti i gusti e tutti gli stili!!!
Di seguito un po’ di imput scovati sul web! qual’è la vostra preferita?! io amo quella imbottita ( e i remi..ma quelli vanno in una casa al mare!)

 

Oggi vorrei riparlare di HOME STAGING nella sua accezione più ampia… ovvero come rendere appetibile un immobile messo sul mercato immobiliare delle LOCAZIONI!

Spesso ho parlato di home staging per la vendita, di come creare una scenografia, un’emozione per far i che i visitatori se ne innamorino subito e la vogliano comprare.
Ma per gli appartamenti che si mettono in affitto come funziona???
Se l’alloggio sarà affittato vuoto è consigliabile lasciarlo vuoto, perché poi un possibile inquilino si aspetta di trovare ciò che aveva visto durante la visita (cosa che non succede per una casa in acquisto). Però, anche in questo caso, qualche piccolo accorgimento è d’obbligo: la casa deve essere pulita, e in ordine in primo luogo la casa deve essere imbiancata, poi NON si deve lasciare un bagno fatiscente, anche i bagni di una volta devono essere curati e sistemati! Possibilmente anche i serramenti interni ed esterni devono presentare bene. Una fotografia professionale aiuterà comunque l’annuncio a spiccare in mezzo agli altri. In questa situazione mancherà la componente emozionale, lo sguardo non sarà “veicolato” sui pregi della casa e quindi si noteranno per forza TUTTI i difetti… vediamo di  ELIMINARLI!!!

Quando si tratta di affitti arredati…beh… lì comportiamoci esattamente come per la vendita, creiamo l’emozione!!! Non sarà più una semplice scenografia, bisognerà mettere i mobili necessari per poter vivere davvero…
Se guardate sui vari portali vedrete davvero di tutto, spesso le case messe sul mercato delle locazioni ammobiliate diventano il ricettacolo di tutti quei mobili, nostri o “della nonna” che non sappiamo dove mettere! EVITIAMO!!! si perché la maggior parte delle volte sono davvero un’accozzaglia di vari stili e colori che fanno a pugni!!!

Chi affitta spesso cerca alloggi già arredati per non avere l’onere di cercare mobili che poi un domani potrebbero non adattare in un’altra casa e soprattutto per la libertà di poter cambiare!
Quando si decide pertanto di ammobiliare un’appartamento lo si deve fare seguendo poche semplici regole:
– colori neutri (per piacere ad un più ampio numero di utenti) con qualche piccolo accento di colore, che non sia invasivo!
– i mobili essenziali e che siano funzionali, senza metterne troppi per permettere a chi verrà qualche personalizzazione!
– se l’alloggio sarà destinato a studenti, in cucina bisognerà prevedere un kit: piatti, posate, bicchieri e pentolame.
come sempre la fotografia professionale sarà quella che farà spiccare l’alloggio nei vari portali.

Di seguito vi propongo l’ultimo intervento:
un trilocale in zona semi-centrale di Alessandria. Vuoto non si riusciva ad affittare perché al pian terreno…
Unico intervento “corposo” il cambio delle finestre (che oltre  dare maggior sicurezza ha reso le stanze ancora più silenziose) e poi l’arredo, semplice, un mix tra mondo convenienza e Ikea… questo il risultato:

 

L’alloggio è stato affittato alla seconda visita (la cucina doveva ancora arrivare), non c’è stato nemmeno il tempo di metterlo in pubblicità!!

L’occhio vuole sempre la sua parte, no???

By Virginie

I quadri, le foto…riempiamo spesso le nostre pareti…ma c’è una “regola” su come sistemarli? come sempre…sì!
I quadri in disordine, messi senza nessuna logica, creano confusione e un senso di “fastidio”. Quindi anche quando non vogliamo entrare in rigidi schemi e essere più “fantasiosi” dobbiamo dare una certa logica: i quadri (o foto) devono assomigliarsi per dimensioni o forma o stile, per colore (avere tutti più o meno lo stesso colore, riprendere i colori di un arredo principale della stanza), o avere cornici o passepartout con colori o materiali in accordo!
Se poi vogliamo essere decisamente ordinati le regole diventano più “ferree” aggiungendo ai suggerimenti sopracitati anche:
– vere e proprie linee in cui disporli (può essere un quadrato o un rettangolo immaginario oppure seguire una linea verticale o orizzontale)…
– un sostegno (reale come mensole o immaginario come consolle o divani…)
tutto questo vale anche se dobbiamo appendere quadri o foto sulla parete delle scale!
Qui di seguito un po’ di suggerimenti meravigliosi dal web

By Virginie

IL NERO… è davvero un colore cupo e triste?
Mah…sinceramente non direi! Ora personalmente non lo userei in dosi eccessive in una casa, ma non si può certo dire che non sia davvero SUPER elegante! (lo è nella moda perché non in casa?)
Abbinato al colore oro poi è davvero “lussuoso”, no?!
Le foto qui riportate sono un esempio tutti ambienti davvero di classe!
(foto dal Web)

 

Oggi voglio riprendere di nuovo in mano i COLORI, in particolare voglio parlare del BLU:
un colore elegante, profondo…usato spesso nelle località marine con il bianco…essendo un colore freddo è perfetto perché rinfresca l’ambiente… sempre per la sensazione di freschezza è molto usato nei bagni…
Ma come usarlo in altre situazioni?
bisogna prima di tutto evitare le esposizioni a nord, che tendono a incupire il locale e a farlo sembrare più freddo e poi scaldarlo con i toni caldi, magari col suo complementare arancione-giallo…ricordando che non è obbligatorio inserire queste tonalità con dei colori (che magari non piacciono) ma anche come materiali tipo il legno!
Un altro bel modo per scaldare è usare tessuti differenti…se è liscio aumenterà la sensazione di “freddo” se vellutato la diminuirà non poco!
Foto dal Web

By Virginie

Si sta avvicinando la primavera e, con questa, le persone riprendono a viaggiare, a volte per vacanze lunghe, ma spesso solo per pochi giorni o un semplice weekend.
Ripartono le ricerche di piccole strutture microricettive per poter vivere delle brevi, ma intense esperienze.
Se hai già una tua struttura e sei registrato su uno dei portali dedicati saprai che il Boom di prenotazioni le fanno quelle strutture che si presentano molto bene. Se invece ti stai preparando per inserire la tua casa in uno di questi portali segui bene i consigli che sto per darti…

– La tua casa sarà, per prima cosa, vista on line quindi UNA FOTOGRAFIA PROFESSIONALE è davvero molto importante affinché il tuo annuncio “spicchi” sugli altri!
– Una buona foto però non è sufficiente…le stanze devono risultare armoniose, ordinate, corredate di tutto il necessario, ma prive del superfluo… La cura del dettaglio, la luminosità, i colori e l’essenzialità sono i giusti ingredienti per una formula di successo! Bisogna creare l’emozione, che poi verrà esaltata con la fotografia e farà pensare “Wow voglio proprio andare lì!!”

Attento però, dirlo non è come farlo…se la tua casa non è davvero presentata nelle sue migliori potenzialità il rischio è che non sia tra le prime scelte dei viaggiatori e tu rischi, se vuoi avere delle prenotazioni, di dover abbassare il prezzo…è davvero quello che vuoi??
Se non è così allora CHIAMAMI! io posso aiutarti! Come?
Ti offro una CONSULENZA MIRATA in base alle tue esigenze e al tuo budget, partendo da

  • Ridefinizione degli spazi
  • Piccoli interventi mirati
  • Fotografie professionali

Se serve, ti seguo passo passo nella parziale o totale ristrutturazione della tua attività! Ehi non spaventarti! ho detto solo SE SERVE!!!

ALLORA CHE ASPETTI???? Vuoi fare il BOOM DI PRENOTAZIONI???

CHIAMAMI al 389.027.68.67!

By Virginie

 

Ogni volta che prendiamo in mano una casa per immetterle sul mercato degli affitti o della vendita, studiamo il target che maggiormente potrebbe essere interessata a quel tipo di immobile, e da lì studiamo i colori e il giusto arredo (o scenografia per le vendite)… quando tutto questo è fatto arriviamo ai DETTAGLI, quelli che fanno la differenza, quelli che emozionano, quelli che ti fan scattare qualcosa dentro che ti dice “LA VOGLIO”!

l’Home Staging, ridotto ai minimi termini, è proprio questo, uno strumento emozionale che oltre a frati capire gli spazi e le potenzialità di un determinato alloggio, ti crea quell’emozione dentro…

La fotografia di tale dettaglio, se ben eseguita amplifica quell’emozione! quegli agenti immobiliari che riescono nei loro spazi pubblicitari a mettere anche qualche fotografia del dettaglio (ovviamente contestualizzate con le altre dell’alloggio) riescono ad avere maggior richiamo…

Di seguito ecco qualche dettaglio dei vari lavori eseguiti…

Come detto prima valgono di più se contestualizzati, ma non vi incuriosiscono???

Virginie

 

 

State cercando casa, cominciate a navigare in internet su uno dei tanti portali per la ricerca di immobili… restringete la ricerca segnando la zona desiderata, il numero di locali e magari mettendo anche una fascia di prezzo… trovate queste fotografie:

vivere lo stile camera post stagingvivere lo stile Camera pre staging
a parità di prezzo, zona e quant’altro avete messo per arrivare a questo punto, su quale delle due immagini clicchereste prima???
Io credo sulla prima! Perché? è un fattore psicologico!
Avrete senza dubbio notato che le due foto ritraggono esattamente lo stesso locale, ma la seconda è letteralmente “spoglia” un pò buia…anonima! La prima invece è più luminosa, armoniosa, ha uno stile neutro in cui tutti bene o male si possono rispecchiare…sa di casa!

L’Home staging è un po’ questo: è letteralmente l’arte di “mettere in scena la casa”, valorizzando i punti di forza dell’immobile, creando la giusta atmosfera, l’effetto “WOW” per far sì che tutti i visitatori si sentano a casa, o comunque riescano ad immaginarsi vivere lì.

Mi spiego meglio:
se l’immobile è completamente vuoto un Home stager metterà alcuni elementi che possano dare l’idea degli spazi (altrimenti visti più piccoli di quel che effettivamente sono) pochi oggetti sapientemente posizionati, i colori rigorosamente neutri con pochi piccoli tocchi di accento per creare un’atmosfera accogliente che faccia sentire il maggior numero di persone “a casa”.
Se l’immobile è disabitato, ma ammobiliato, l’Home stager farà togliere tutto il superfluo, mantenendo quei pochi mobili, sempre per l’idea degli spazi, e nuovamente alcuni tocchi che valorizzino i punti di forza dell’ambiente.
Infine, se l’immobile, è abitato…l’Home stager suggerirà di togliere le foto e tutti quegli oggetti personali che faranno sentire il visitatore un ospite e non un possibile proprietario di casa! Potrà, inoltre, suggerire il cambio di posizione di alcuni mobili per meglio valorizzare la stanza.

Dopo gli interventi di Home staging un buon servizio fotografico aiuterà ancora di più ad attirare l’attenzione sull’immobile portando più visite e quindi più possibilità di vendita o affitto!

Mostro di seguito un paio di prima e dopo come esempi:

Staging-sala Staging-ingresso Staging-cucina Staging-camera

Come vi sembrano??

Comunque avremo senz’altro modo di riparlarne nei prossimi post… ma se avete un immobile da vendere o affittare informatevi se nella vostra zona c’è un Home stager, questo affiancherà il vostro immobiliare di fiducia per offrirvi il miglior servizio possibile.

By Virginie Simonet