Articoli

È importante decorare bene la camera da letto perché è l’ambiente più intimo della casa ed è il più importante, visto che è dove riposiamo e quindi ricarichiamo effettivamente le pile.

Mobili, colori, tessili e oggetti sono i mezzi che aiuteranno a creare l’atmosfera dei nostri ambienti e nella camera da letto questo assume ancora più importanza.

Oggi vorrei parlare di 10 elementi fondamentali che devono essere presi in considerazione nel decorare la camera da letto, che ti aiutino a farti sentire a tuo agio e rilassata.

Un buon sonno permetterà di affrontare qualunque giornata nel migliore dei modi.

1) COLORI CALDI

Mi ripeto, ma il colore ha un ruolo davvero importantissimo nelle case.

Avendo un risvolto psicologico scegliere il giusto colore diventa fondamentale, il rischio è di non sentirsi a proprio agio e, in camera da letto, non riposare correttamente!

In camera da letto è consigliabile scegliere colori che rilassano e calmano.

(Fabmood.com)                                                                               (Fabmood.com)

(Fabmood.com)                                                                               (Fabmood.com)

I colori della terra, i sabbia, gli azzurro polvere, i verdi e i rosa tenui sono colori che suggeriscono tranquillità e serenità.

Questo non significa dover rinunciare a colori un po’ più accesi, in questo caso l’ideale sarà usarli come colore accento, magari nel copriletto, o nei cuscini, mantenendo colori più neutri nel resto della stanza.

(Apartmenttherapy.com)                                                                   (caldwellflake.com)

2) SPECCHI

Lo specchio, specie se verticale è funzionale perché ti aiuta a preparati per la giornata!

Riflettendo la luce renderà la stanza più luminosa, arieggiata, facendola sembrare anche più grande!

Inoltre conferisce stile e carattere alla tua camera da letto, avendo diverse forme e grandezze tra cui scegliere!

(coolchicstylefashion.com)                                                                      (songofstyle.com)

3) FRAGRANZE

Come detto più volte un buon design non si limita alla parte estetica, bisogna vivere un ambiente con tutti e 5 i nostri sensi.

L’olfatto è uno di questi ed è tra i più potenti, perché i profumi possono influenzare l’attività cerebrale.

È provato che alcune fragranze apportano benefici sul nostro benessere.

Una buona fragranza in camera potrà aiutarti ad addormentarti più facilmente.

Lavanda, vaniglia, gelsomino, camomilla, bergamotto e rosa sono tra le migliori essenze per favorire il sonno, perché aiutano a rallentare il nostro sistema nervoso.

Candele profumate, diffusori, fiori, sono tutti modi per portare in camera le tue fragranze preferite.
Questi poi saranno utili anche per dare quel tocco estetico in più alla stanza.

(Etsy.com)                                                                                     (pfcandleco.eu)

(theoakcollective.com)                                                                               (unsplash.com)

4) TENDE

Come per il soggiorno, le tende vestono le finestre e completano la stanza e le danno calore.

E, anche qui, saranno il modo migliore per introdurre colori e fantasie!

Le tende inoltre potranno essere utili per oscurare la stanza e permetterti così un sonno migliore.
Se la luce è importante di giorno, devi sapere che la notte anche un piccolo barlume di luce diminuisce il tuo apporto di melatonina rovinando il tuo riposo.

Per fare questo l’ideale è usare due tipi di tendaggi diversi, uno leggero, per lasciare passare la luce di giorno, mantenendo la privacy e uno più spesso che possa oscurare la stanza quando necessario, e soprattutto di notte.

(estiloydeco.com)                                                                                       (inredningshjalpen.com)

5) PIANTE

Forse anche tu se cresciuto con l’idea che le piante in camera non si possono tenere, perché assorbono ossigeno e rilasciano anidride carbonica!

Invece così non è! perché, seppur vero che di notte rilasciano anidride carbonica, questa è talmente poca da non avere il minimo impatto su di noi (se fai diventare la tua camera una foresta, magari sì, ma in generale…)

Gli effetti positivi invece sono tantissimi:
– assorbono le sostanze nocive presenti negli ambienti di casa, migliorando la qualità dell’aria che respiri
– hanno un risvolto psicologico importante perché ti fanno sentire più vicino alla natura…

L’aloe vera, spatifillo, sanseveria, orchidea, pothos, lavanda sono ideali per la camera da letto (se non l’avevi vista qui c’è l’intervista a Simona Borgia proprio sulle piante nella camera da letto).

(@arrowsandapricots)                                                                              (ingredientsldn.com)

La giusta pianta per la tua camera da letto non solo purificherà l’aria facendoti sentire più rilassata e favorendo quindi il riposo, ma darà freschezza e vivacità alla stanza.

Con i giusti vasi, poi, darai anche un tocco di design!

6) TESSILI MORBIDI

Sentirsi avvolti e coccolati prima, durante e dopo il sonno farà davvero una grande differenza!

Tappeti, cuscini e biancheria letto devono risultare morbidi e piacevoli al tatto per farti rilassare al 100% e sentirti sempre a tuo agio.

(cottage-bound.com)                                                                      (cottage-bound.com)

L’aggiunta di una coperta, quasi buttata lì aggiunge calore, morbidezza e colore e sarà un tocco in più per decorare la tua camera da letto.

7) LUCE CALDA

La luce è ovviamente super importante in ogni ambiente della casa, ma assume un ruolo di primaria importanza soprattutto in camera da letto.

Una luce calda, morbida e indiretta è l’ideale per creare un’atmosfera intima e rilassante.

Le lampadine per questa stanza dovranno essere scelte con una temperatura colore calda sui 2700 gradi kelvin (se vuoi saperne di più parlo di illuminazione e temperatura colore qui)

Per gli abatjour, predilisci quelli con paralume che possa ammorbidire la luce e lampadine con lumen non troppo alti, ti servono solo per leggere, non per illuminare tutta la stanza!

(Adrienne DeRosa ph)                                                                      (dserbadesign.com)

8) ELEMENTI CONTENITORI

Il disordine è decisamente anti estetico quindi elementi contenitori sono davvero essenziali.

Non parlo solo dell’armadio, o, per le più fortunate, della cabina armadio, ma anche cassettiere, comodini e, perché no, panche e pouf contenitori.

Questo aiuterà a riporre quante più cose possibili lasciando la stanza in ordine questo la farà sembrare anche più ampia.

            

(jacquelynclark.com)                                                                (weswingnow.it)

Inoltre, esteticamente, aggiungeranno colore e materiale e/o potrebbero essere dei pezzi particolari che renderanno la tua camera davvero unica.

9) UNA SEDUTA IN PIÙ

Una seduta in più, vicino o ai piedi del letto, aumenta la funzionalità della tua camera da letto aiutandoti ad aggiungere anche del colore e materiale.

Puoi usarlo per sederti quando devi metterti le calze o le scarpe o per appoggiare un vestito, senza dover appoggiarti al letto, quello serve per dormire!

Se la camera è piccola un pouf contenitore può essere utile per riporre!

(cityfarmhouse.com)                                                                                 (mydomaine.com)

Una panca, una poltroncina o un pouf appunto daranno poi quel quid in più che darà carattere alla tua camera.

10) DECORI PERSONALI

Infine, ma non ultimo, rendi lo spazio davvero tuo usando decori e oggetti che ti rappresentino.

Il tocco personale non può mai mancare, tanto meno in camera da letto per rendere l’ambiente famigliare e intimo.

Fotografie, quadri, souvenir, libri e oggetti vari che hanno un valore per te sono l’ideale per lasciare la tua impronta nella tua camera.

Possono essere il pezzo unico, il punto focale che attrae lo sguardo o possono essere in qualche modo amalgamati riprendendo colori e forme di altre parti della camera da letto.

(etsy.com)                                                                                                     (society19.com)

Aggiungeresti qualcosa per decorare la camera da letto?

Fammelo sapere nei commenti!

E per qualunque dubbio non esitare a contattarmi!

Ma cosa succede una volta finiti i lavori?

“Mi godo finalmente la casa!” mi dirai! Sia che sia la tua abitazione definitiva, sia che sia una seconda casa…

E hai ragione!

E DOPO IL LAVORI?

Ma prendo spunto da un fatto che mi è capitato pochi giorni fa, per farti capire che la fine dei lavori e la consegna delle chiavi non significa che tutto è concluso e ok.

Qualche tempo fa ho seguito la ristrutturazione di un casale per dei clienti stranieri, la loro casa vacanze, e i lavori sono finiti circa un anno fa.

Come puoi facilmente immaginare, vivendo lontano dall’Italia, non possono vivere la casa quotidianamente.

Si sono affidati, quindi, ad una persona che possa aprire e controllare la casa di tanto in tanto.

E si affidano a lei per la gestione della parte adibita a guest house.

Questa persona ha, com’è giusto che sia, tutti i riferimenti delle imprese e dei professionisti che hanno eseguito i lavori, in modo da poter affrontare qualunque problema…

Almeno in teoria!

PERÒ NON VA SEMPRE COME VORREMMO

Eh sì, perché purtroppo qualche malfunzionamento c’è stato:
– un wc che colava,
– una doccia che scaricava male,
– internet che spesso e volentieri era assente.

Nulla di veramente grave, solo un gran fastidio, ma cose che vanno sistemate!

La signora, quindi, ha provato a chiamare chi aveva fatto l’impianto, purtroppo spesso e volentieri INVANO!

Pur conoscendo sia idraulici che elettricisti, giustamente questa persona non ha voluto chiamarli, perché è ovvio che chi ha fatto l’impianto lo conosca meglio e sappia quindi dove mettere le mani.

Ho provato a chiamarli anche io e a mandare di messaggi, che venivano letti, ma a cui non ricevevo nessuna risposta!

Onestamente questo lo trovo un comportamento poco professionale!

Certo, sul momento puoi essere occupato, ma possibile che nell’arco dell’intera giornata, o al massimo il giorno dopo tu non possa trovare un momento per richiamare?

ATTENZIONE ALLA SCELTA DELL’IMPRESA O DEI PROFESSIONISTI!

Tu sai quanto io insista sulla fase progettuale, su quanto sia importante definire davvero in ogni dettaglio il progetto, anche comprendendo l’arredo (anzi, di base partendo da quello).

Fatto questo però è di vitale importanza scegliere l’impresa o i professionisti giusti!

Come spiego qui, va fatto dopo aver studiato il progetto, per poter scegliere professionisti altamente qualificati nei lavori che devi fare.

Una volta trovato un elenco di tecnici specializzati devi fare un’ulteriore indagine per capire quale fa davvero per te e ci sarà sempre… anche dopo la consegna delle chiavi!

Non è facile, perché come in ogni campo si trovano professionisti seri, mediocri… purtroppo anche veri e propri “delinquenti” (sì è un termine un po’ forte, ma ci sono anche quelli!)

Siti e recensioni sono elementi che già ti danno una prima idea, ma non è sufficiente:

– sui siti potrebbero avere fotografie comprate e non di lavori effettivamente fatti

– le recensioni potrebbero essere di amici e parenti!

È importante avere un colloquio approfondito!

In quel frangente devi poter esprime ogni tuo dubbio, anche quello che ti sembra sciocco, preparati un foglio con tutte le domande che ti vengono in mente.

In qualche modo questo è un test: se sapranno rispondere a tutte le tue domande in maniera esaustiva, cercando davvero di fugare ogni dubbio, ti dimostreranno la loro disponibilità!

Disponibilità che facilmente ti sapranno dimostrare sempre, anche una volta finiti i lavori!

Tu devi poter essere tranquilla che se capita qualcosa avrai sempre chi ti potrà aiutare!

Qualcuno che quando chiami ti risponda, se non subito nel giro di poco, e che se per qualunque motivo non può venire subito, si muova per farti risolvere comunque il problema!

Non è facile, ammettiamolo ci va anche un poco di fortuna, ma più sarai attenta in questa scelta, senza avere fretta di cominciare i lavori, più è facile che non avrai troppe sorprese durante, ma anche dopo!

Per qualunque dubbio non esitare a contattarmi, o se vuoi scrivermi nei commenti!

Oggi voglio parlare di luce e vedere come illuminare al meglio gli spazi di casa!

La luce è vita e l’illuminazione ha davvero un ruolo di primaria importanza nelle nostre casa!

Una buona illuminazione farà la differenza tra un ambiente confortevole e uno no!

Per poter Illuminare al meglio gli spazi bisogna conoscere 4 determinate caratteristiche tecniche basilari importanti:

1) LA TEMPERATURA COLORE

Questo parametro misura, in gradi kelvin, quanto sia calda o fredda la sorgente luminosa.

Più il valore è basso e più la luce sarà calda, tendente al giallo; viceversa, più alto è il valore e più la luce risulterà fredda, tendente al blu.

Di base la temperatura colore si divide in tre: luce calda, luce naturale e luce fredda.

(credit: luxemozione.com)

Come usare questo dato?

La luce calda crea ambienti accoglienti famigliari e intimi, quindi va molto bene nelle camere da letto, nella zona living e tutte quelle zone che necessitano di questo mood più personale!

La luce neutra è una luce più brillante, che riproduce i colori nella maniera più naturale ed è adatto in cucina, nel bagno e nello studio!

La luce fredda è invece sconsigliatissima in casa, perché più adatta agli ospedali, gli uffici e locali commerciali!

2) L’APERTURA DEL FASCIO LUMINOSO

l’apertura del fascio luminoso determina come viene distribuita la luce.

Se devi illuminare un oggetto per esempio, una luce spot, che ha un angolo ristretto, sarà la giusta scelta.

(credit lamp mira by Davide Groppy)

Un angolo maggiore illuminerà un’area più grande dado una luce più generalizzata e soft.

(credit YLAB arch.)

3) LUMEN

Questo parametro serve per misurare la quantità di luce che la lampadina emanerà, più alto è questo valore più luce ci sarà nella stanza!

Per scegliere la giusta quantità di luce è importante tenere a mente l’ampiezza della stanza e qual è la sua funzionalità!

(credit Tadao Ando)

4) ICR (indice di resa cromatica)

Questo è un parametro molto tecnico, non sempre riportato sulle confezioni delle lampadine, ma molto importante perché serve a capire quanto la lampadina rende fedelmente i colori.

Ha una scala da 0 a 100 e più è alto il valore e più la resa sarà buona!

(credit Studio design HDm2)

 

Queste sono le caratteristiche base, non esaustive, da conoscere per poter poi riuscire a fare un buon progetto illuminotecnico!

ILLUMINARE GLI SPAZI: ECCO COME…

Ma, una volta padroneggiati, come si illumina correttamente un ambiente?

La prima cosa da capire è che per un confort maggiore ci sarà bisogno di 3 diversi tipi di illuminazione:

1) LUCE AMBIENTE

Serve a illuminare in maniera generale e uniforme la stanza.

Tendenzialmente è una luce morbida e diffusa.

È la prima luce a cui bisogna pensare ed è quella che darà il mood all’ambiente.

Si può fare con:

– luce a soffitto e da incasso, con un ampio fascio luminoso direzionato verso il basso;
– strisce a led, applique, lampade da terra e da tavolo che abbiano il fascio luminoso direzionato sia verso il soffitto che sui muri;
– lampadari che innondino di luce l’intera stanza!

(credit Zimmo.be)

2) LUCE SPOT

Serve ad illuminare oggetti o aree specifiche.

Attira l’attenzione su quel determinato punto.

Può servire per enfatizzare e dare importanza ad un quadro, un mobile o un dettaglio architetturale!

Aiutano ad aggiungere stile e contrasto perché creano forti ombre che daranno maggiore profondità.

Dovrebbe essere decisamente più luminosa della luce ambiente!

I faretti sono ottimi per questo tipo di luce perché possono essere direzionati come meglio si vuole!

(credit ffwd.es)

3) ILLUMINAZIONE SPECIFICA (Task)

È l’illuminazione più funzionale delle tre e serve per precise attività come leggere, scrivere, mangiare o cucinare!

È direzionata sull’area specifica dove questa attività viene svolta e anche questa è più luminosa della luce ambiente.

Un esempio possono essere le luci sotto pensili della cucina, ma anche le lampade da scrivania o la luce specchio del bagno.

(credit anthropologie.com)

È IMPORTANTE UN PROGETTO DETTAGLIATO!

Illuminazione spot e specifica, ancor più dell’illuminazione ambiente saranno studiati in maniera corretta se ci sarà alla base un progetto dettagliato dell’arredamento.

Solo così, per esempio, saprai dove posizionare e direzionare un faretto!

Più dettagliato sarà il progetto d’arredamento, migliore lo sarà anche quello illuminotecnico creando ambienti e atmosfere confortevoli!

Se hai dei dubbi su come Illuminare al meglio gli spazi, scrivili nei commenti oppure contattami, sarò lieta di risponderti!

Sapere come affrontare al meglio una ristrutturazione, piccola o grande che sia, è davvero importante per evitare che il sogno diventi un incubo!

Lo abbiamo detto più volte, ristrutturare non è una passeggiata, e può essere anche molto stressante, ma ci sono alcuni accorgimenti che possono “facilitare” questo percorso!

TRE ACCORGIMENTI PER FACILITARE IL PERCORSO

Vediamoli insieme, in ordine:

– SCEGLIERE UN ARCHITETTO O GEOMETRA:

Se devi ristrutturare, a meno che tu non debba solo rifare dei pavimenti e/o imbiancare DEVI avvalerti di un professionista per il progetto, per la parte burocratica, per la sicurezza in cantiere e che, appunto, segua i lavori!

Attenta che non tutti i professionisti fanno tutto quello che ti ho appena descritto, quindi mi raccomando di assicurarti che possa seguire ogni parte, non rischiare sanzioni di nessun genere!

– FARE UN PROGETTO DETTAGLIATO:

sì lo so, non è la prima volta che me lo senti dire, ma questo è perché è davvero il punto cardine di tutto quanto il processo!

Da dove si parte?

Se non costruisci da zero sicuramente devi partire dalla piantina dello stato attuale!

Da lì, se escludi eventuali muri portanti, puoi davvero sbizzarrirti!

Ti consiglio però di partire dall’arredamento!

Lo so che sembra contro intuitivo, ma se studi le stanze dai mobili riuscirai a creare ambientazioni davvero funzionali!

Una volta individuato l’arredamento potrai decidere la metratura adeguata per ogni stanza.

Fatto questo, volendo in contemporanea, potrai scegliere i materiali e le finiture, in modo che leghino con l’arredo scelto!

Quindi potrai studiare i vari impianti, quello elettrico in particolare, sarà studiato ad hoc rispetto alla posizione dei vari elementi presenti, rendendo l’ambiente ancora più confortevole!

– SCEGLIERE L’IMPRESA O I VARI ARTIGIANI:

avendo ben chiaro i lavori da fare e i materiali che vuoi utilizzare ti sarà più facile cercare e trovare i professionisti giusti!

Lo so che spesso si parte dalla scelta dell’impresa, ma non è pensabile che tutti sappiano fare tutto, la posa di una resina per esempio, certo non è uguale a quella delle piastrelle e richiede abilità diverse!

Se hai già BEN chiaro quello che vuoi fare potrai scegliere un’impresa o degli artigiani SPECIALIZZATI che sicuramente sapranno fare un bel lavoro!

Meglio un’unica impresa o singoli artigiani?

Dipende sempre dai lavori che vuoi eseguire, ci sono i pro e i contro in entrambi i casi:

– con un’unica impresa, hai un solo referente e le professionisti che lavorano all’interno si conoscono già, questo potrebbe fare risparmiare tempo,

– se prendi dei singoli artigiani potresti avere dei prezzi inferiori, perché, facilmente l’impresa aggiungerà una percentuale più o meno grande sul preventivo del singolo professionista!

Comunque sia, se sceglierai una impresa, accertati che faccia direttamente lei, i lavori e non subappalti ad un’altre impresa, in questo caso sati pur certa che i prezzi saranno molto maggiorati!

ALTRI VANTAGGI DI SEGUIRE QUESTI TRE ACCORGIMENTI

Fare questo ti permetterà di avere ben chiaro i costi che stai per affrontare e il quadro, è totale!

Quindi, non avendo ancora “mosso un dito” potrai sempre aggiustare le cose!

Fatte queste tre cose si possono iniziare i lavori!

Andrà tutto liscio?! beh, è davvero difficile, qualche intoppo, qualche imprevisto è facile che capiti, mettilo in conto!

Se investi del tempo nella ricerca dei giusti professionisti, ma soprattutto della parte progettuale sicuramente riduci di molto i problemi e lo stress che ne consegue e sicuramente riuscirai ad affrontare al meglio la tua ristrutturazione!

Anche a livello economico i possibili incrementi di costi si riducono, perché i preventivi dei lavori sono fatti sulla base di un progetto ben dettagliato, e quindi, a meno di un cambio in corsa da parte tua o di qualcosa di imprevisto i prezzi resteranno quelli!

AFFRONTARE AL MEGLIO UNA RISTRUTTURAZIONE SI PUÒ!

Affrontare al meglio una ristrutturazione è possibile, l’importante è non avere fretta di iniziare i lavori senza avere le idee ben chiare!

Tra le altre cose, quando tutto è ben pianificato, permette di velocizzare e non di poco tutto il processo: tutti infatti avranno ben chiaro cosa fare e non ci saranno perdite di tempo!

L’investimento fatto sul progetto e nella ricerca sarà ampiamente ripagato!

Se stai per affrontare una ristrutturazione e ti senti un po’ persa non esitare a contattarmi!!

Non si tratta di psicanalizzarti e tanto meno di farmi i fatti tuoi, ma per aiutarti ad arredare bene, devo conoscerti davvero!

E non si tratta nemmeno di avere due nozioni in croce come, faccio un esempio, “Mi piace lo stile moderno e amo il verde!”

No, davvero non è sufficiente se vuoi che il risultato sia una casa che parla di te, che ti rappresenti nel profondo dove poter veramente staccare la spina dal mondo esterno!

INIZIAMO IL PERCORSO DA UN PERIODO DI CONOSCENZA

Questo cosa comporta? che avremo bisogno di un piccolo periodo di conoscenza iniziale, che non significa che dobbiamo frequentarci per forza, tranquilla!

Ci vedremo, di persona se possibile o via skype e mi racconterai un po’ di te e di ciò che ti piace… ma soprattutto come vorresti vivere la casa e le tue esigenze!

Poi, come ho scritto nell’ultimo articolo, aprirò una cartella Pinterest (personale) in cui tu potrai mettere qualunque immagine ti piaccia.

Anche qui non deve per forza riguardare la casa, ma anche hobby, abbigliamento… posti… davvero tutto quello che ti attrae e ti provoca un’emozione!

Questo mi permetterà di capire moltissimo su di te, senza invadere la tua privacy!

IN CASO CONTRARIO CHE SUCCEDE?

Beh, io, per aiutarti ad arredare bene devo conoscerti davvero, quindi di solito se un possibile cliente non vuole investire un poco di tempo in questa fase, preferisco non prendere il lavoro!

Ora ti spiego cose succederebbe se non facessimo così…

Supponiamo che mi chiedi un aiuto ad arredare casa tua, e mi dai una piantina dicendomi, riprendendo l’esempio, “Io amo lo stile moderno e il colore verde!”, magari aggiungi che sei una persona che ama ricevere amici in casa, e basta!

Accetto questi assunti e lavoro per una casa moderna, con il colore verde che sia funzionale per ricevere ospiti…

Quando ti presento il progetto, facilmente non ti convincerà del tutto!

E allora partiamo con mille e mille modifiche che spesso non riesci a descrivere con chiarezza!

Questo perché? perché difficilmente la tua personalità si può racchiudere in un semplice “Amo il moderno, il colore verde e ricevere gli amici”!

PROVA A FARE UNA CARTELLA DOVE RIUNIRE VARIE IMMAGINI…

Se provi a fare una cartella su Pinterest, o guardi quelle che hai già, vedrai come le cose che ti piacciono e ti attirano sono anche molto diverse tra loro, difficilmente richiudibile nel semplice l’esempio di prima!

Ci saranno colori, stili, a cui magari non avevi pensato e che non mi avresti detto!

E la tua casa deve contenere tutta la tua personalità unica, tutto ciò che ti emoziona!

Vedere tutte queste immagini mi aiuterà a capire meglio chi sei e a porti le domande giuste per poter fare un progetto mirato che davvero ti possa rappresentare!

Se è vero che siamo bombardati da mille immagini, che possono anche distrarci (lo racconto qui) è anche vero, che possono dire molto di noi, dei nostri gusti e del nostro modo di essere!

DEVO CONOSCERTI DAVVERO PER AIUTARTI AD ARREDARE BENE

Per me questo passaggio di ascolto e visione è davvero importante, perché se no non fari un buon lavoro per te!

Per aiutarti ad arredare bene casa tua devo conoscerti davvero!

Se non facessi così, oltre a mostrarti progettazioni che non ti convincono, sai qual è il rischio?

Che ti dia suggerimenti “fuori luogo”!
Ora mi spiego: non sapendo con esattezza tutto quello che ti piace, vedendo che quel poco che mi hai detto non è sufficiente è inevitabile che proverò a darti suggerimenti basati sulla mia esperienza…

E magari ti lasci influenzare! Magari poi riesco a trovare qualcosa che ti piace e soddisfa i tuoi occhi… ma… non ti rappresenta!

E dopo un po’ sentiresti che c’è qualcosa che non va…

Davvero vogliamo rischiare? non è meglio investire un po’ di tempo a dirmi chi sei per poi riuscire ad avere una casa che ti rappresenta al 100%?

“Perché mai dovrei affidarmi ad un’interior designer? io i miei gusti li conosco!”

Se pensi questo sappi che hai perfettamente ragione: i tuoi gusti li conosci!

Quindi perché affidarsi ad un’interior designer?

Come mi è già capitato di dire, oggi giorno siamo davvero presi e distratti da mille cose che, purtroppo non ci permette di ascoltarci come vorremmo e forse dovremmo.

Questo fa si che molte scelte, anche quello dell’arredamento è fatto un po’ di fretta.

Il risultato?

Rischi di avere una casa che non ti rappresenta al 100% e nella quale non ti senti completamente a tuo agio!

Le distrazioni, i mille input possono davvero essere deleteri a volte e quindi quando si hanno mille idee, spesso anche ben diverse tra loro, un altro parere può essere d’aiuto.

IL PROFESSIONISTA TI AIUTA A TIRARE FUORI MEGLIO I TUOI BISOGNI

Un punto di vista esterno resta anche più razionale, non è “falsato” da mille emozioni!

Lascia che ti faccia una domanda: ti è mai capitato che un’amica sapesse darti dei suggerimenti così utili che hai pensato “mi conosce meglio di quanto mi conosca io”?

Ecco è un po’ quello che dovrebbe fare un’interior designer, è quello che io voglio fare ogni volta!

Lo sai a chi mi piace paragonarmi? al filosofo Socrate che ha fatto sua l’arte della maieutica… di base lui diceva di non sapere nulla e di aiutare chi lo seguiva a tirare fuori le conoscenze che avevano già dentro!

Io voglio essere il veicolo per riuscire a focalizzarci solo su quello che davvero ti piace e ti rappresenta…

E se ti piacciono tante cose diverse?

Andremo ad importanza!

La tua personalità difficilmente può essere raccontata da un solo colore o da un solo stile, è assolutamente normale!

Affidarsi ad un’interior designer serve per riuscire ad esprimere davvero tutte le sfaccettature del tuo essere unico, e poi metterle insieme in un modo che abbia un senso e sia funzionale per te!

PICCOLA CONFESSIONE…

Però ora voglio farti ridere…

In un articolo di qualche tempo fa ho detto come copiare le ambientazioni dalle immagini di internet sia potenzialmente dannoso… (l’articolo lo trovi qui, oppure puoi vedere il video su youtube), ma sai come faccio per capire i gusti veri dei miei clienti?

Ebbene, faccio una cartella assolutamente privata su pinterest, dove loro mettono TUTTO quello che gli piace!

E con tutto non intendo solo arredo, ma davvero tutto!

Ti sembra una contraddizione?

In realtà non lo è, perché ovviamente NON andrò MAI a copiare quelle ambientazioni, ma mi permette di capire molto della persona con cui devo lavorare.

Come ti dicevo prima, la maggior parte delle volte trovo immagini con stili/colori/mood anche molto diversi tra loro e creare un ambiente che metta insieme tutto è davvero una bellissima sfida!

Questo è ancora più evidente quando la casa va progettata per 2 persone, o per una famiglia… se già tu da sola hai gusti vari, figurati unire insieme più personalità, spesso anche molto diverse!

ECCO PERCHÉ AFFIDARSI AD UN’INTERIOR DESIGNER!

Capisci perché è importante affidarsi ad un’interior designer?

Ora potresti dirmi: “ok, ma alla fine, andando in un negozio di arredo, anche lì mi aiutano a creare un bell’ambiente…!”

E, di nuovo, hai ragione, sanno SEMPRE creare ambientazioni molto belle, ma non hanno il tempo di andare davvero in fondo a capire chi sei, chiederanno alcune informazioni come stile e colore (in generale) e poi faranno le loro proposte.

Inoltre ti proporranno i mobili e i complementi che hanno loro!

Il risultato sarà bello e magari lo sceglierai, ma facilmente non riuscirà a rappresentarti al 100%!

La tua casa è un luogo che definirei in qualche modo sacro, è il tuo nido e tu lì ti devi sentire davvero super bene, non importa che sia grande o piccola!

Inoltre, è un grande investimento, quindi non rischiare di non riuscire a creare una casa che ti rappresenta veramente nel profondo!

Affidati alla consulenza di un’interior designer, e non esitare a contattarmi!

Nell’articolo di oggi voglio parlare della regola d’oro che ogni straniero che vuole comprare in Italia dovrebbe seguire! Prima di acquistare o ristrutturare una casa in Italia da dedicare ai propri momenti di relax e alle vacanze, andrebbero valutati diversi fattori. Sono quasi certa, infatti, che, se stai pensando di compiere questo grande passo, avrai […]

Oggi vorrei metterti in guardia: se ti affidi ad un architetto e/o un interior designer, non far sì che casa tua diventi solo un elemento in più nel portfolio del professionista!

Nello scorso articolo ti ho spiegato a cosa serve affidarsi ad una interior designer, ovvero ad aiutarti a capire ciò di cui davvero hai bisogno per poi progettare una casa che ti rappresenta al 100%.

Troppo spesso però leggo frasi come:

“Il cliente mi ha seguito in questo progetto…”

o, nelle pagine dei servizi, descrizioni del buon gusto e della capacità di creare ambientazioni uniche…

Hai potuto vedere il problema?

TU IN TUTTO QUESTO DOVE SEI?

Molti architetti e interior designer, purtroppo, si concentrano soprattutto sulla casa e molto meno su di te!

cosa intendo?

Te lo spiego subito: cercheranno di importi in qualche modo le loro idee!

Naturalmente ti chiederanno che cosa vorresti e quali sono i tuoi gusti, ma poi tutto sarà girato sulle caratteristiche della casa!

Ti faranno una casa bella, anche bellissima, ma… ti rappresenterà al 100%?

Come può succedere questo?

LORO SONO I PROFESSIONISTI E CONOSCONO LA MATERIA…

Di base perché essendo loro i professionisti e conoscendo molto bene la materia “casa”, ne conoscono le regole di stile, e tendono ad imporle!

Come detto prima ti chiederanno come vorresti la casa, che colori e che stile avevi pensato e ti piacciono…

Ma..

Non indagheranno sul perché di queste tue scelte.

Di fatto accetteranno le tue affermazioni, ma abbiamo visto che spesso siamo influenzati dalle emozioni, oppure dalle immagini viste in internet o nei giornali.
E le decisioni prese sulla base delle emozioni non sempre ci rappresentano nel profondo, e capita anche di pentircene a volte!

(se te lo sei perso qui trovi l’articolo)

Quindi se il professionista che hai scelto non si preoccupa del perché delle tue scelte, si baserà su elementi, a volte anche superficiali, per presentarti il suo progetto, forte del fatto che lui conosce molto bene la materia!

Dov’è il problema?

Sarebbe come arredare copiando le riviste o le immagini viste su internet!

Ti ricordi che ne avevo parlato in un vecchio articolo (lo trovi qui o in video nel mio canale youtube)?

Alla fine avresti una casa bella, ma se non ti rappresenta nel profondo non ti sentirai a tuo agio!

Non far sì, quindi, che casa tua diventi, così, solo un elemento in più nel portfolio di questo professionista!

Non solo…

Se tu farai richieste particolari, che so un abbinamento che “sulla carta” non sta bene, approveranno la parte cha piace a loro bocciandoti l’altra!

Ora è ovvio che ti debbano aiutare nelle scelte per fare in modo che l’ambiente in cui vivrai sia armonioso, ma questo lo devono fare partendo da TE e dai TUOI bisogni!

Concordi?

Quindi quando fai richieste che potrebbero non sembrare adatti, quello che dovrebbero fare è indagare, di nuovo, sul perché di questa richiesta, per capire quanto sia importante per te.

Potresti scoprire tu che non è così importante, o che modificandola sia meglio, ma potrebbe invece essere davvero importante per te!

E se lo è, se ti rappresenta nel profondo, allora il professionista dovrebbe trovare il modo di accontentarti e fare in modo che la tua casa risulti armoniosa!

Ora ti faccio un esempio: se tu mi chiedessi una parete gialla a pois rossi (lo ammetto spero di no!) io cercherei di capire PERCHÉ mi fai questa richiesta e cosa ti smuove.

Parlando insieme se capisco che questa cosa ti rappresenta e ti fa bene io TE LA FACCIO!

Il mio compito sarà quello di riuscire ad armonizzare questa parete!

La maggior parte dei professionisti cercheranno di farti desistere, dicendo che non sta bene con il resto!

E purtroppo è possibile che li seguirai, perché le loro proposte saranno comunque accattivanti, e appagheranno i tuoi occhi.

Ma… non ti rappresenteranno e dopo un po’ di tempo non ti sentirai più a tuo agio a casa tua!

Come fare allora?

Devi cercare di capire come lavora il professionista, e molto lo puoi vedere già da come si presenta on line, come si descrive.

Poi, ad un primo colloquio cerca di farti spiegare come intende procedere, quali sono gli step che fa.

Infine, se nel presentargli le tue richieste vedi che ti boccia delle idee solo in nome del buon gusto o dello stile, scappa via!

Non far sì che casa tua diventi un elemento in più nel portfolio di questo professionista!

La casa è tua, e deve rappresentare te, soltanto te!

Tu devi viverci, tu devi sentirti accolta, coccolata e a tuo agio, nessun altro!

Questo, lo ripeto, non significa “Allora faccio come voglio perché i miei gusti li conosco!”, perché è vero, li conosci, ma spesso ti fai guidare dalle emozioni del momento! che ti daranno una casa che ti soddisfa, ma solo per un po’!

Quindi, se vuoi una casa che ti rappresenta e non sia solo un elemento in più nel portfolio di qualche professionista non esitare a contattarmi!

A cosa serve una interior designer?!

Questo è quello che molte persone pensano e forse lo hai pensato anche tu…

In fondo, chi meglio di te stessa potrebbe conoscere i tuoi gusti?!

E poi, non si tratta di altro che scegliere uno stile che ti garba, mettere qualche mobile qua e là e il lavoro è presto fatto.

Ma come fai i tuoi acquisti?

La realtà?

Non potrebbe essere più diversa di così.

Provo a farti un esempio molto pratico, per farti capire cosa intendo.

Ti è mai capitato di fare un acquisto un po’ impulsivo e poi di pentirtene?

Un abito che sembrava perfetto e non hai mai indossato, un gadget tecnologico tanto accattivante ma nei fatti per niente utile, dei gioielli che non hai mai portato.

A chi non è mai successo!

Sai perché accade?

Il nostro processo d’acquisto, molto spesso, è influenzato da tantissimi fattori e solo in rarissimi casi avviene su una base razionale.

Sono le emozioni, nella maggior parte dei casi, a governare le nostre decisioni.

E sai qual è il problema grave delle emozioni?

Sono momentanee e non sempre riflettono i nostri reali bisogni.

Lo stesso meccanismo irrazionale entra in gioco anche in acquisti più importanti, come quelli relativi allo stile di casa.

Forse pensi che con gli arredi sia diverso…


Probabilmente ora stai pensando che l’acquisto degli arredi è molto più ponderato rispetto a quello di un vestito.

E hai ragione.

Tuttavia, i tuoi pensieri restano condizionati dalle emozioni di quel determinato periodo.

Del resto, ti sei mai chiesta perché le pubblicità puntino così tanto sulle emozioni delle persone?

Perché sono quelle a essere decisive nei processi decisionali di acquisto!

Hai mai visto un ristorante fare pubblicità puntando sul tuo bisogno di nutrirti?

Certo che no!

Ciò che ti porta a prenotare un tavolo in un ristorante non è di certo raggiungere uno stato di sazietà, bensì è la voglia di spendere del tempo insieme alle persone della tua vita, divertirti, intrattenerti, stare bene.

Fai Attenzione alle tue scelte…

Devi allora fare molta attenzione quando fai acquisti che comportano un grande investimento, sia in termini di denaro che di qualità di vita.

Perché l’arredo e lo stile di casa influirà moltissimo nelle sensazioni che proverai vivendo la tua abitazione.

Il limite che separa un vero e proprio rifugio nel quale sentirsi a proprio agio e un ambiente che non ti fa stare bene, è molto sottile.

L’unico modo che hai per non varcare quel limite e sentirti davvero bene a casa tua, è quello di ascoltarti.

Il problema è che le nostre emozioni sono assordanti e, spesso, anche direzionate dalle mode passeggere!

Hai idea di quante persone ho visto rivoluzionare la casa per motivi dettati SOLO dall’impulso di quello che stavano vivendo?

Certo, il cambiamento le ha fatte stare bene per un po’, ma, successivamente, se ne sono pentite.

Perché non si era trattata da una scelta nata dal profondo, ma solo da sensazioni del tutto superficiali.

Ad esempio ora, in questa situazione contingente, in cui sei costretta a casa, potresti a vere la voglia di rivoluzionare tutto…

Mi raccomando NON farlo, non senza avere riflettuto veramente bene su quelle che sono le tue esigenze!

Ricorda che se vuoi rivoluzionare tutto è perché la casa non ti rappresenta al 100%…

sbaglio?

Ma cambiare sulla base delle emozioni di questo periodo ti porterebbe DI NUOVO ad una casa, bella, ma nella quale non ti sentirai completamente a tuo agio!

Quindi a cosa serve una interior designer?


Ed è ecco a cosa serve una interior designer: ad aiutarti a comprendere ciò di cui hai DAVVERO bisogno.

E non preoccuparti, non ho intenzione di psicoanalizzarti!

Ma sarai d’accordo con me quando dico che più so di te e meglio potrò realizzare il progetto?

Non rischiare…

Sulla base di tutto quello che ti ho detto fino a ora, il mio consiglio è di fare molta attenzione al fai-da-te quando si tratta dell’ambiente in cui dovrai vivere, soprattutto ora che sai a cosa serve una interior designer!

Se è vero che un acquisto emozionale non ha alcuna importanza quando compri un vestito o un gioiello, lo stesso non si può dire quando, invece, si parla degli arredi di casa!

Quindi se devi arredare casa, o se senti la necessità di modificare qualcosa in quella in cui vivi, NON esitare a contattarmi!

Ho parlato più volte quanto sia importante una buona progettazione quando decidi di ristrutturare casa, oggi voglio sottolineare l’importanza di un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare!

Questo vale sia che tu debba arredare solo una stanza, ma ovviamente a maggior ragione diventa importante quando devi arredare tutta la casa.

LE HAI LE IDEE CHIARE?

Capita troppe volte che le persone, quando devono arredare casa, vadano in un negozio di arredi con la piantina più o meno quotata e una vaga idea di quello che vorrebbero…

Chiedono al rivenditore di poter dare un’occhiata allo showroom per vedere un po’ di scenografie da cui prendere spunto e poi si siedono a tavolino con il rivenditore che comincerà a fare le sue proposte…

Lo so, perché la prima casa anche io l’ho arredata così… lo devo ammettere!
Sapevo che stile volevo, e più o meno che tipo di mobili volevo, ma non avevo una idea super chiara e precisa.

Questo cosa comporta?

Comporta che il rivenditore ti farà, sulla base delle poche indicazioni che gli hai dato, diverse proposte, tutte BELLISSIME agli occhi, ma ti rappresentano davvero tutte?

Il rivenditore ti chiederà quali sono i tuoi gusti e quali sono le tue idee, ma non ti chiederà il perché di queste scelte…
Poi ti farà anche delle proposte sulla base delle sue esperienze e dei nuovi trend!

Quando poi hai in mano proposte che aggradano i tuoi occhi, ma che magari sono anche molto diverse tra loro, come fai a scegliere?

IL RISCHIO È DI SCEGLIERE QUALCOSA CHE NON TI RAPPRESENTA AL 100%

Ebbene sì il rischio è proprio quello di scegliere la soluzione che aggrada di più i tuoi occhi, ma non è detto che sia quella che ti rappresenta nel profondo.

E l’ho detto tante volte, se la casa non ti rappresenta non riuscirai  a rilassarti al 100% e se dovessi mai essere costretta a dovere stare chiuso in casa per un periodo lungo (come adesso a causa della quarantena) ti sentiresti soffocare e ti sembrerebbe di vivere in una prigione!

Bellissima, ma pur sempre prigione!

È quello che vuoi? Vuoi sentirti in gabbia o vuoi sentirti sempre accolta in casa tua?

ALLORA COME FARE PER UNA CASA CHE TUI RAPPRESENTA IN PIENO?

Ecco qui l’importanza di un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare casa, averlo ti farà arrivare dal rivenditore con idee chiare!

E quand’anche lui, comprensibilmente e con tutte le migliori intenzioni, ti farà anche proposte diverse, tu saprai veramente cosa fa davvero per te!

UN PROGETTO DETTAGLIATO ANCHE QUANDO DEVI “SEMPLICEMENTE” ARREDARE HA ALTRI VANTAGGI…

Investire del tempo nella progettazione porta con se diversi vantaggi.

Il primo lo abbiamo visto, ti da il tempo di poter davvero riflettere su ciò che ti fa stare bene, per poterti poi sentire accolta al 100% creando un nido che ti rappresenta nel profondo.

Ma non c’è solo questo!

Prima di tutto avere un progetto dettagliato ti permetterà di avere la visione di tutto l’insieme!

Inoltre, sapendo con precisione quello che vuoi, saprai anche scegliere i negozi d’arredo giusti per le tue esigenze!

Ho utilizzato il plurale di proposito, perché difficilmente riuscirai a personalizzare la tua casa da un solo rivenditore, benché molto ben fornito.

Quindi sapendo bene quello che vuoi, con una rapida ricerca su internet non ti sarà difficile capire i negozi che hanno ciò che vorresti.

COSA PUÒ SUCCEDERE SE VAI “ALLA CIECA?!

Pensa a cosa potrebbe succedere se, come detto all’inizio, ti presentassi da un rivenditore di mobili solo con la tua piantina quotata e una vaga idea di ciò che vuoi.

Farai un giro per lo showroom per poter prendere spunti e soprattutto per poter far capire al rivenditore più o meno ciò che vuoi.

A quel punto lui ti preparerà un progetto, ovviamente mettendo i prodotti che ha in portafoglio, però supponiamo che il progetto non ti convinca al 100% (cosa tutt’altro che improbabile), gli dirai cosa non ti piace e lui ricomincerà…

Facilmente anche il progetto dopo avrà qualcosa che non è del tutto nelle tue corde e questo perché come detto prima è difficile che un rivenditore possa avere tutto quello che ti serve finché la casa ti rappresenti nel profondo.

Cosa succederà quindi?

– Ti accontenti della soluzione che ti sembra la migliore e che ti piace di più a livello visivo

– cercherai un altro rivenditore per vedere se può proporti una soluzione migliore o che si avvicini di più a quella vaga idea che hai in mente.

Ma quanto tempo perderesti in questo caso?

Al secondo rivenditore che non riesce a farti il progetto che ti piace di più, stanca e stressata, ti accontenterai di quella che sembrerà più congeniale.

Risultato?

Perderai un sacco di tempo, per poi ritrovarti una casa bella, ma che non ti rappresenta!

E ormai sai cosa succederà se avrai una casa in cui non ti senti accolta e protetta!

La vedi ora l’importanza di un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare?! è l’unico modo per riuscire ad avere una casa che ti rappresenta nel profondo, che diventi il tuo nido dove sentirti coccolata!

Se non sai come cominciare non esitare a contattarmi, sarò ben felice di aiutarti!

Parlo dell’importanza del progetto anche nel mio canale youtube