Ho parlato più volte quanto sia importante una buona progettazione quando decidi di ristrutturare casa, oggi voglio sottolineare l’importanza di un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare!

Questo vale sia che tu debba arredare solo una stanza, ma ovviamente a maggior ragione diventa importante quando devi arredare tutta la casa.

LE HAI LE IDEE CHIARE?

Capita troppe volte che le persone, quando devono arredare casa, vadano in un negozio di arredi con la piantina più o meno quotata e una vaga idea di quello che vorrebbero…

Chiedono al rivenditore di poter dare un’occhiata allo showroom per vedere un po’ di scenografie da cui prendere spunto e poi si siedono a tavolino con il rivenditore che comincerà a fare le sue proposte…

Lo so, perché la prima casa anche io l’ho arredata così… lo devo ammettere!
Sapevo che stile volevo, e più o meno che tipo di mobili volevo, ma non avevo una idea super chiara e precisa.

Questo cosa comporta?

Comporta che il rivenditore ti farà, sulla base delle poche indicazioni che gli hai dato, diverse proposte, tutte BELLISSIME agli occhi, ma ti rappresentano davvero tutte?

Il rivenditore ti chiederà quali sono i tuoi gusti e quali sono le tue idee, ma non ti chiederà il perché di queste scelte…
Poi ti farà anche delle proposte sulla base delle sue esperienze e dei nuovi trend!

Quando poi hai in mano proposte che aggradano i tuoi occhi, ma che magari sono anche molto diverse tra loro, come fai a scegliere?

IL RISCHIO È DI SCEGLIERE QUALCOSA CHE NON TI RAPPRESENTA AL 100%

Ebbene sì il rischio è proprio quello di scegliere la soluzione che aggrada di più i tuoi occhi, ma non è detto che sia quella che ti rappresenta nel profondo.

E l’ho detto tante volte, se la casa non ti rappresenta non riuscirai  a rilassarti al 100% e se dovessi mai essere costretta a dovere stare chiuso in casa per un periodo lungo (come adesso a causa della quarantena) ti sentiresti soffocare e ti sembrerebbe di vivere in una prigione!

Bellissima, ma pur sempre prigione!

È quello che vuoi? Vuoi sentirti in gabbia o vuoi sentirti sempre accolta in casa tua?

 

ALLORA COME FARE PER UNA CASA CHE TUI RAPPRESENTA IN PIENO?

Ecco qui l’importanza di un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare casa, averlo ti farà arrivare dal rivenditore con idee chiare!

E quand’anche lui, comprensibilmente e con tutte le migliori intenzioni, ti farà anche proposte diverse, tu saprai veramente cosa fa davvero per te!

UN PROGETTO DETTAGLIATO ANCHE QUANDO DEVI “SEMPLICEMENTE” ARREDARE HA ALTRI VANTAGGI…

Investire del tempo nella progettazione porta con se diversi vantaggi.

Il primo lo abbiamo visto, ti da il tempo di poter davvero riflettere su ciò che ti fa stare bene, per poterti poi sentire accolta al 100% creando un nido che ti rappresenta nel profondo.

Ma non c’è solo questo!

Prima di tutto avere un progetto dettagliato ti permetterà di avere la visione di tutto l’insieme!

Inoltre, sapendo con precisione quello che vuoi, saprai anche scegliere i negozi d’arredo giusti per le tue esigenze!

Ho utilizzato il plurale di proposito, perché difficilmente riuscirai a personalizzare la tua casa da un solo rivenditore, benché molto ben fornito.

Quindi sapendo bene quello che vuoi, con una rapida ricerca su internet non ti sarà difficile capire i negozi che hanno ciò che vorresti.

COSA PUÒ SUCCEDERE SE VAI “ALLA CIECA?!

Pensa a cosa potrebbe succedere se, come detto all’inizio, ti presentassi da un rivenditore di mobili solo con la tua piantina quotata e una vaga idea di ciò che vuoi.

Farai un giro per lo showroom per poter prendere spunti e soprattutto per poter far capire al rivenditore più o meno ciò che vuoi.

A quel punto lui ti preparerà un progetto, ovviamente mettendo i prodotti che ha in portafoglio, però supponiamo che il progetto non ti convinca al 100% (cosa tutt’altro che improbabile), gli dirai cosa non ti piace e lui ricomincerà…

Facilmente anche il progetto dopo avrà qualcosa che non è del tutto nelle tue corde e questo perché come detto prima è difficile che un rivenditore possa avere tutto quello che ti serve finché la casa ti rappresenti nel profondo.

Cosa succederà quindi?

– Ti accontenti della soluzione che ti sembra la migliore e che ti piace di più a livello visivo

– cercherai un altro rivenditore per vedere se può proporti una soluzione migliore o che si avvicini di più a quella vaga idea che hai in mente.

Ma quanto tempo perderesti in questo caso?

Al secondo rivenditore che non riesce a farti il progetto che ti piace di più, stanca e stressata, ti accontenterai di quella che sembrerà più congeniale.

Risultato?

Perderai un sacco di tempo, per poi ritrovarti una casa bella, ma che non ti rappresenta!

E ormai sai cosa succederà se avrai una casa in cui non ti senti accolta e protetta!

Fare un progetto dettagliato anche quando devi “semplicemente” arredare è l’unico modo per riuscire ad avere una casa che ti rappresentare nel profondo, che diventi il tuo nido dove sentirti coccolata!

Se non sai come cominciare non esitare a contattarmi, sarò bene felice di aiutarti!

Parlo dell’importanza del progetto anche nel mio canale youtube

Oggi mi piacerebbe affrontare con te l’argomento “tendenze”, anche nell’arredamento, vorrei infatti spiegarti perché nell’arredo di casa non dovresti MAI inseguire la moda del momento!

LE NUOVE TENDENZE ATTIRANO, MA COSA SONO?

La maggior parte delle persone tende a farsi condizionare fortemente dalla moda del momento quando acquista qualcosa.

Così, ci ritroviamo a volere a tutti i costi dei jeans a vita alta, nonostante non ci saremmo mai sognati di comprarli solo un paio di anni prima!

Infatti, sai qual è la caratteristica peculiare della moda?

È passeggera.

Alcune durano pochi mesi, altre si trascinano per anni.

Ma ogni moda, per definizione, presto o tardi, sarà costretta a cedere il passo alla prossima.

Del resto, quanti indumenti hai nell’armadio che oggi non indosseresti nemmeno sotto tortura?

Vedi? È proprio così che funziona.

Una certa tendenza ha una vita breve: prima o poi verrà sostituita da un’altra.

I VESTITI LI PUOI ANCHE ACCANTONARE, MA PUOI FARE LO STESSO CON L’ARREDO?

Ma, se anche possiamo accettare di riporre in un angolo un paio di jeans o un vestito passato di moda, lo stesso discorso non si può fare con alcuni tipi di acquisti.

Mi riferisco, in particolare, agli acquisti che, da un lato, richiedono un grande investimento e, dall’altro, faranno parte della nostra vita per tantissimo tempo.

Prendiamo gli arredi.

Sapevi che anche l’arredamento di casa è fortemente condizionato dalle mode del momento?

Sono certa che avrai notato la costante presenza di mobili che richiamano al passato, che appaiono addirittura usati o usurati per andare incontro a uno stile definito Shabby Chic.

Avresti mai immaginato, qualche anno fa, di trovare questo tipo di arredo nei negozi?

E chissà cosa ci riserverà il prossimo futuro!

PERCHÉ NON È BENE SEGUIRE LA MODA DEL MOMENTO A TUTTI I COSTI NELL’ARREDO?

Perché nell’arredo di casa non dovresti MAI inseguire la moda del momento?

In realtà, quando si tratta di arredare la propria casa, l’inseguire una moda non è un problema di per sé.

Allora perché nell’arredo non dovresi mai seguire la moda del momento?

Il problema nasce ogniqualvolta il condizionamento della moda vince anche su ciò che ci fa sentire rappresentate.

Un conto è investire su uno stile che va di moda e, allo stesso tempo, è in sintonia con il tipo di persona che sei, un altro è lasciare che la moda assuma un ruolo troppo preponderante, costringendoti a mettere da parte i tuoi reali desideri.

In quest’ultimo scenario, prova a immaginare come potresti vivere casa tua quando la moda del momento sarà sostituita con un’altra diametralmente opposta.

E sai con certezza che accadrà!

Non pensi che avresti la sensazione di essere ospite a casa di qualcun altro?

Che sarebbe estremamente difficile sentirsi a proprio agio?

Infine, non pensi che faresti di tutto per sostituire quegli arredi?

Ti capisco, però.

Le tendenze momentanee sanno essere molto accattivanti.

Sono belle, esteticamente gradevoli e lasciarsi tentare è facile.

L’IMPORTANTE È SEMPRE SCEGLIERE QUALCOSA CHE TI RAPPRESENTI!


Quando si tratta del luogo in cui dovrai passare la tua vita insieme alla tua famiglia, però, il lato estetico non è sufficiente.

È molto importante, è vero.

Ma non può essere l’unico elemento che valuti.

Se lo facessi, correresti il rischio di non sentirti rappresentata dalla tua stessa casa!

Che altro non è che un nido nel quale tu puoi essere per davvero te stessa.

E allora perché non provi ad arredare casa dando uguale importanza al lato estetico e a quello più legato alle sensazioni?

Pensa che molte delle mie clienti, all’inizio della nostra collaborazione, pensano che io ricordi molto una psicologa!

Perché ogni mio lavoro nasce con la scoperta della persona davanti a me.

Una profonda analisi per comprendere quale sia la strada migliore per farla sentire accolta all’interno del proprio ambiente familiare.

Che può, peraltro, coincidere con la moda attuale.

Oppure no.

Ciò che conta, come ti dicevo, non è la moda attuale, per la quale ognuno può avere la propria opinione, bensì, la creazione di un luogo che ci faccia venire voglia di tornare a casa.

Fai allora sempre attenzione quando vai ad acquistare gli arredi per casa tua.

Non lasciarti attrarre da una particolare tendenza (né dalle parole di un venditore che farà di tutto per farti comprare ciò che va di moda) ma lascia che siano le tue sensazioni a guidarti.

Solo così potrai sentirti, per davvero, a casa.

Seguire la moda del momento per arredare casa è un pò come arredare copiando le immagini che vedi su interne o sui giornali di settore… ne parlavo qui, (oppure lo puoi vedere sul mio canale youtube!)  avresti una casa che non ti rappresenta!

E, se pensi che sia troppo complicato riuscire a farlo da sola, sai che sono a tua disposizione.

Ti basta mandarmi un messaggio.

 

 

 

Non comprare casa in Italia pare davvero un titolo provocatorio, perché l’Italia, si sa, è una delle mete preferite per le vacanze di persone da tutto il mondo.

Offre scenari incredibili, ambienti storici e artistici, oltre che una ricchissima cultura culinaria.

Per questo motivo, viene scelta da numerosissime persone come base per la loro casa-vacanze.

Ma è DAVVERO una buona idea acquistare la tua casa-vacanze nel Bel Paese?

La mia esperienza mi consente di rispondere affermativamente.

 

PERÒ NON COMPRARE IN ITALIA SE…

Tuttavia, esistono 3 situazioni nelle quali non dovresti assolutamente comprare casa in Italia.

Altrimenti, il tuo sogno italiano si trasformerà unicamente in un debito e in una bruttissima avventura.

Prima di procedere, dunque, assicurati di non trovarti in uno di questi 3 casi:

1) Ti affidi semplicemente a una impresa o geometra o architetto

Per quanto professionali e capaci, delle semplici imprese o un geometra o architetto non lavoreranno MAI come se si trattasse della loro stessa casa.

La distanza che vi separa lascia spazio a incomprensioni e a un tipo di lavoro che difficilmente riuscirà a essere la vera realizzazione dei tuoi sogni.

Del resto, pensaci.

Non potrai far altro che comunicare online o per mezzo di telefonate.

Come puoi essere sicura che tutto proceda secondo i tuoi veri desideri mentre ti trovi così lontana?

Certo, ti manderanno materiali fotografici e ti terranno costantemente aggiornata.

Ma stiamo parlando di un grosso investimento, sei davvero certa che il risultato sarà fatto su misura per te?

È la casa che vuoi destinare ai momenti più rilassanti della tua vita, quelli nei quali vuoi solo riposare e dedicarti a te stessa e alla tua famiglia.

Non trovi che sarebbe estremamente complicato vivere serenamente se la casa in cui ti trovi non riuscissi a sentirla tua?

È vero, forse il lavoro sarà eseguito a regola d’arte e il risultato sarà molto bello.

Ma se non riesci a sentirti A CASA, ti sembrerà di essere ospite di qualcun altro.

Non trovi che sarebbe una bruttissima esperienza?

 

2) Non hai alcuna idea dei materiali da utilizzare

Uno degli aspetti fondamentali quando si parla di un’abitazione, sono i materiali.

Purtroppo, è un argomento troppo spesso sottovalutato.

La tendenza, sfortunatamente, è quella di delegare la scelta all’impresa o, quantomeno, fidarsi delle proposte che vengono fatte.

Chi ti assicura che il prezzo del materiale che ti viene presentato sia quello reale?

Se non hai idea di quello che stai acquistando, sei esposta al rischio di gettare al vento tantissimi soldi comprando materiali al doppio del loro valore.

Di fatto, ti ritroverai a vivere nella casa dei tuoi sogni con materiali a basso costo… pagati a caro prezzo.

 

3) Ti stai affidando al solo fai-da-te

Per quanto possa essere entusiasmante provarci da sola, acquistare o ristrutturare una casa in Italia è un’impresa impossibile per uno straniero.

Sarai costretta a viaggiare per cercare le soluzioni migliori per te.

Ma sai dove andare? Conosci la lingua italiana? Dove consegnerai i materiali?

Il più grande problema del fai-da-te non è la perdita di tempo o di denaro che genera.

Piuttosto, è il fatto che quasi sempre sfocia nell’affidarsi ciecamente a una impresa o a un geometra, perdendo di mano il controllo del proprio sogno.

D’altronde, cosa faresti dopo aver provato invano a viaggiare o provare a organizzare tutto attraverso appuntamenti telefonici?

Sfinita e impaziente di avere la casa pronta, non potrai far altro che delegare l’intero progetto all’impresa o geometra/architetto di cui ti ho parlato poco fa.

Col il grosso rischio di ritrovarsi con una casa carina che però non senti tua.

Immagina come ti sentiresti a giungere in Italia per le meritate vacanze insieme alla tua famiglia e provare la sensazione di NON essere a casa.

Molto probabilmente, proveresti la strana sensazione di non vedere l’ora di tornare indietro.

Non una bella emozione da provare, non è vero?

 

UN MODO PERÒ C’È!

Esiste però una singola scelta che può risolvere ognuna di queste 3 situazioni.

Affidarsi a una Interior Designer.

L’ Interior Designer è la tua arma più efficace per ottenere un’abitazione che non sia un semplice immobile, bello ma freddo e impersonale, ma che ti faccia sentire a casa per davvero.

La differenza è tutta qua, ma è fondamentale.

Da un lato, il tuo investimento si riduce all’essere un semplice luogo nel quale ti rechi malvolentieri e in cui non riesci proprio a rilassarti.

Dall’altro lato, invece, hai la possibilità di tornare a casa ogni volta che verrai in Italia, creare un ambiente su misura che ti farà sempre sentire coccolata e serena.

Ma non è tutto.

L’ Interior Designer è anche una preziosa alleata che lavora nei TUOI interessi.

Le imprese o il geometra/architetto non avranno alcun margine di errore né potranno proporti materiali scadenti a prezzi elevati, perché dovranno fare i conti con la tua Interior Designer.

So a cosa stai pensando ora, forse.

L’investimento è elevato e non sei sicura di poterti permettere anche un’altra figura professionale.

La realtà, però, è che con tutta probabilità l’affidarsi a una Interior Designer ti permetterà di risparmiare!

Proprio così.

Grazie all’esperienza in questo settore, sarà in grado di aiutarti a non cadere nelle numerose trappole mangia-soldi, consentendoti di realizzare il tuo sogno al giusto prezzo.

Perciò “non comprare casa in Italia se” non hai anche una interior designer ad aiutarti!

E se vuoi saperne di più, non esitare a contattami!

Molte persone sono convinte che per arredare casa sia sufficiente inserire qualche mobile esteticamente bello qua e là.

Prendo una libreria incantevole, un divano colorato, li piazzo in qualche punto strategico e il gioco è fatto.

In realtà, non è proprio così semplice come sembra.

Infatti, arredare non significa solo fornire la tua casa di qualche mobile o suppellettile secondo il tuo gusto personale.

Significa piuttosto costruire un ambiente che ti rappresenti e rispecchi te stessa, in ogni dettaglio.

La casa va costruita e arredata attorno a te, perché ne sarai il cuore pulsante.

Solo così potrai finalmente dire di sentirti davvero a casa.

Immagina quanto sarebbe bello tornare a casa e sentirti parte di un ambiente che rappresenta al meglio la tua personalità e i tuoi gusti.

Un sogno, non credi?

Tuttavia raggiungere questo risultato, come ti dicevo all’inizio, non è così facile come sembra.

Probabilmente, sarai convinta di avere ben chiaro in testa quali sono i tuoi gusti e magari avrai già un’idea di come sarà il risultato finale che vorresti avere.

Ma sei davvero sicura di avere le idee chiare?

Io mi diverto spesso a fare un gioco con i miei clienti, ovvero li faccio andare su internet e digitare queste due parole:

“Palette colori”.

Il risultato è un’infinita varietà di tavolozze di colore, con gli accostamenti più disparati.

Quindi, chiedo sempre di sceglierne almeno 3 e di descrivermi le sensazioni che provano per ogni accostamento di colore.

Non hai idea del numero di clienti che si è ritrovato ad apprezzare stili e colori completamente diversi da quelli presenti nelle loro convinzioni iniziali!

Quasi nessuno sceglie sempre gli stessi accostamenti di colore.

E quando i colori sono diversi non è facile creare la giusta armonia tra gli stessi.

Bisogna riuscire a trovare il giusto equilibrio tra i vari ambienti, in modo che ogni colore sia in grado di generare sensazioni diverse, senza prevaricare sugli altri.

Probabilmente, anche tu potrai trovarti nella situazione di avere preferenze variegate, sia in fatto di colori che di altre cose.

D’altronde è ben difficile che ti possa piacere solo una tonalità, un po’ come ti dicevo in un altro articolo a proposito degli stili.

È, infatti, poco probabile che uno stile unico riesca a rappresentare al meglio te stessa e si adatti perfettamente ad ogni ambiente della tua casa.

Per questo, potresti trovarti di fronte al problema di essere attratta da un gran numero di stili o combinazioni di colori diversi e non essere in grado di scegliere quello che davvero rispecchia te stessa.

Potresti scegliere la combinazione che, così su due piedi, ti sembra più adatta, oppure optare per un mix delle cose che ti piacciono di più.

Ma così facendo, avresti davvero la certezza che il risultato finale ti rappresenti davvero?

Arredare casa è un’operazione delicata: stiamo parlando dell’ambiente in cui vivrai.

Arredarlo seguendo l’istinto o cercando di fare una media delle cose che ti piacciono non rappresenta la scelta migliore, credimi.

Il rischio è quello di trovarti a vivere in un ambiente che potrebbe rappresentare una fase della tua vita ma che non è il riflesso di quello che sei davvero. 

Mi dicono spesso che sono una persona molto empatica (ti confesso che avevo preso in considerazione l’idea di studiare psicologia).

Ora, il mio compito non è quello di psicoanalizzarti, ci mancherebbe.

Tuttavia, la componente psicologica, quando si tratta di arredare casa, riveste un’importanza di primo piano.

Per questo dedico sempre molto tempo alla conoscenza del cliente, non solo per quello che riguarda i suoi gusti in fatto di arredo.

Anzi, quelli vengono sempre in una fase successiva e saranno la naturale conseguenza della tua personalità.

E per questo m’interessa prima di tutto capire CHI SEI per poterti aiutare a realizzare la casa dei tuoi sogni.

Perché arredare casa in fondo non è così difficile.

Ma arredarla sulla misura della tua personalità non è per niente facile.

Se vuoi che ti dia una mano a capire quali possano essere le soluzioni più giuste per te e la tua casa ti basta mandarmi un messaggio.

Sono sempre a tua disposizione per ogni tua curiosità.

 

 

Se preferisci ascoltare, trovi la sezione vlog sul mio canale youtube!

Ti sei mai chiesta cos’hanno in comune una casa e una persona?

Be’, per entrambe trovare quella giusta non è per niente semplice!

Tuttavia, per la casa, così come per le persone, esiste un certo feeling che ci fa capire senza ombra di dubbio quando abbiamo fatto la scelta giusta.

In questo articolo ti parlerò di come cercare e trovare quel feeling ed evitare di trasformare la ricerca della tua casa in un vero e proprio incubo.

Ovviamente mi riferisco al caso in cui tu debba comprarla a tutti gli effetti e non viverci semplicemente in affitto.

Perché, come potrai immaginare, è quando decidi di acquistare casa che la scelta diventa davvero ponderata.

Se, semplicemente, si tratta di un affitto, inconsciamente tu stessa penserai che tanto si tratta di una soluzione temporanea.

Fatta questa premessa, da dove dovresti partire per trovare la casa ideale?

prima di tutto devi decidere DOVE cercare

Potrà sembrarti banale ma la prima cosa da fare è avere ben chiara in testa la zona in cui cercare casa.

Quindi: centro o periferia?

La scelta ovviamente dipende dalle esigenze quotidiane di lavoro e famiglia.

Entrambe le opzioni presentano evidenti vantaggi e svantaggi.

Pensa solo al fatto della comodità di avere tutto il necessario sotto casa, se vivi in centro.

Dall’altro lato, però, dovrai fare i conti con il parcheggio, un supermercato lontano, le zone di traffico pedonale.

E così via.

Orientare la scelta in base ai propri ritmi quotidiani è fondamentale.

Non sottovalutare questo aspetto, altrimenti ti ritroverai a vivere in modo poco sereno la tua vita.

Se, invece, ti prendi del tempo per riflettere e comprendere quale zona è in grado di soddisfare maggiormente le tue necessità, vivrai in modo più rilassato anche i momenti più stressanti.

Poi devi scegliere Il TIPO di edificio

La prima scelta che va necessariamente fatta, è quella tra condominio e casa indipendente.

Se anche tu, come molti, sogni una casa indipendente, lascia che ti chieda:

hai idea di quanti lavori sia necessario effettuare per mantenerla sempre gradevole?

Ti faccio un esempio semplicissimo: tagliare il prato.

Una bella noia, vero?

La comodità di un appartamento è difficilmente raggiungibile da una casa indipendente, tuttavia, anche in questo caso, non lasciarti attrarre troppo facilmente.

Vivere in appartamento comporta una serie di limitazioni alla propria sfera personale.

Sei davvero certa che potrai accettare le regole condominiali?

Come saranno i rapporti con i vicini di casa?

Non esiste una risposta esatta, devi fermarti per un secondo e immaginare quale delle 2 situazioni si sposa con il tuo stile di vita.

Un altro aspetto sul tipo di edificio da considerare, è l’eventualità di stabilirsi in un palazzo d’epoca.

C’è da dire che ha sempre un fascino particolare con i suoi ambienti ampi e scenografie a tratti spettacolari.

Tuttavia, i moderni edifici sono realizzati con sistemi all’avanguardia, soprattutto per quanto riguarda il risparmio energetico.

Per trovare un compromesso potresti cercare un palazzo d’epoca completamente ristrutturato, in modo da non rinunciare al suo charme e allo stesso tempo non privarti del valore aggiunto dato dalle nuove tecnologie energetiche.

Infine  “Gioca” con le piantine

Il passo successivo alla scelta della tipologia di casa consiste nel “giocare” con le piantine.

Mi spiego meglio.

Una volta vista la casa, ti consiglio di chiedere subito la piantina.

È vero, la maggior parte delle piantine sono quelle catastali, con tutti i limiti che ne derivano.

L’importante, però, è che tu abbia in mano una piantina in scala e che abbia potuto visitare la casa.

A questo punto, armati di matita e righello e inizia a disegnare sulla piantina i mobili che hai già o quelli che intendete comprare.

Posizionali, spostali, riposizionali.

Come ti dicevo, gioca!

Ma fai attenzione: accertati che anche i mobili disegnati siano in scala, altrimenti potresti avere una brutta sorpresa quando sarà il momento di fare sul serio!

E perché non provi a fare più copie della stessa piantina?

In questo modo avrai sott’occhio più opzioni tra cui scegliere.

Hai mai pensato, invece, a una casa da ristrutturare?

In questo caso, gli spazi di manovra saranno più ampi per quanto riguarda l’arredamento, perché, a meno di non imbatterti in mura portanti, qualche modifica agli interni potrai farla.

Anche in questa situazione, non lasciarti travolgere dal facile entusiasmo.

Non esiste una scelta giusta a prescindere, ma soltanto decisioni funzionali alla tua vita.

Se scegli una casa da ristrutturare, infatti, a fronte di maggiori spazi di manovra, dovrai fare i conti con tanto tempo ed energie da spendere.

Dovrai affidarti a un geometra/architetto e a una ditta che sappia portare a termine i lavori in modo efficace e nei tempi prestabiliti.

Anche in questo caso il mio consiglio è quello di “giocare” con le piantine.

Le misure sulla carta infatti non mentono, mentre guardando l’ambiente dal vivo spesso ci si fa prendere dall’entusiasmo, ritrovandosi poi con spazi non sfruttati a dovere.

Ricapitolando, dovrai scegliere:

– la zona in cui vorresti vivere

– il tipo di immobile

– come arredare attraverso l’utilizzo delle piantine

E ricorda sempre:

la casa perfetta NON esiste.

Certo, puoi sempre costruirla dalle fondamenta, però, nella maggior parte delle volte bisogna scendere a compromessi.

E trovare il compromesso giusto non è facile.

Il rischio di gettare al vento tempo e soldi è dietro all’angolo.

Per questo, potresti volerti rivolgere a un professionista che ti permetta di trovare la scelta ideale per te e la tua famiglia, senza incappare in errori dettati dall’inesperienza che ti costeranno molto cari.

Perché cercare casa non dovrebbe mai essere un incubo, ma solo l’inizio di un sogno.

Immagina di dover comprare un paio di scarpe.

Sei indecisa tra due modelli, così chiedi a una tua amica di darti un parere.

Lei, dunque, dopo averti vista con entrambi i modelli di scarpe, senza ombra di esitazione ti consiglia il primo paio.

“Sono bellissime e ti stanno davvero bene, sembrano fatte su misura per te”

Tu ti trovi in parte d’accordo con la tua amica, quelle scarpe sono davvero favolose.

Tuttavia, camminandoci un po’ ti rendi ben presto conto che, per quanto esteticamente belle, quelle scarpe non ti facciano provare le sensazioni che vorresti.

Magari è solo un leggero fastidio al piede, oppure semplicemente quel modello non ti fa sentire completamente a tuo agio mentre lo indossi.

La tua amica però insiste perché tu scelga il primo modello, il quale, secondo lei, è il migliore dei due.

E alla fine?

Scommetto che faresti di testa tua e, dopo aver ringraziato educatamente la tua amica per il parere, sceglieresti il secondo paio di scarpe.

Sì, perché la scelta di un accessorio così importante, che devi indossare tutti i giorni, spetta solamente a te.

E non permetteresti a nessuno di scegliere al tuo posto.

Sei d’accordo?

Ma se non permetteresti a nessuno di scegliere al posto tuo le tue scarpe, lasceresti che un’altra persona si occupi dell’aspetto estetico della TUA casa?

L’altro giorno una mia cliente mi ha contattato per un consiglio riguardante la sua sala.

Le sembrava spenta e non vi si sentiva pienamente rappresentata.

Ci siamo quindi accomodate in cucina per parlarne e per capire con precisione quello che voleva e come voleva sentirsi in quell’ambiente.

Entrando in cucina mi ha raccontato di aver buttato giù un muro per unire la cucina e la sala da pranzo, in modo da avere un ambiente più confortevole e luminoso, adattandolo così alle sue esigenze.

Ma la parte della cucina su cui si era trovata maggiormente a discutere con il suo architetto era stata la zona del lavandino.

L’architetto sosteneva che fosse meglio usare la tinta lavabile come paraschizzi, invece delle piastrelle.

A suo parere la cucina sarebbe apparsa molto più bella esteticamente con la tinta lavabile.

Quando la mia cliente lo ha informato di preferire le piastrelle, lui non si è scomposto e ha continuato ad insistere con la sua idea.

Voleva imporre a tutti i costi il suo gusto personale.

In altre parole, voleva scegliere le scarpe per lei.

E alla fine?

Esatto, la mia cliente ha fatto di testa sua e ha scelto le piastrelle.

Non si fidava della tinta lavabile e sicuramente si sarebbe poi trovata a disagio a cucinare con quella.

Con questo non voglio assolutamente dire che i consigli siano inutili, anzi.

Vanno però dati solo dopo avere capito davvero chi è la persona, quali sono le sue esigenze e il modo in cui intende VIVERE la propria casa.

Perché la casa è un po’ come un abito su misura che costruisci su te stessa.

Solo tu puoi avere idea di quello che ti possa far sentire bene e rappresentare al 100%.

E devi partire da questo per realizzare la casa dei tuoi sogni.

Stiamo parlando del luogo in cui passerai la tua VITA.

Come ti sentiresti se fosse costruita secondo i gusti di qualcun altro?

Rischieresti di arrivare a casa ogni giorno, sederti sul divano e vivere come se fossi a casa di uno sconosciuto.

È per questo che io, prima di ogni altra cosa, provo a scoprire qualcosa di più sulla persona che ho davanti.

Non si tratta, semplicemente, di arredare una casa.

Si tratta di costruire l’ambiente in cui tu dovrai vivere la tua vita.

Cosa c’è di più importante?

Così, cerco sempre di capire quali sono i loro desideri personali e le esigenze specifiche di ogni persona.

Perché ogni cliente è diversa e ha un modo particolare di sentirsi a casa.

E tu?

Qual è il tuo modo di sentirti a casa?

Se ti va di raccontarmelo, ti basta mandarmi un messaggio.

Insieme cercheremo di capire come costruire intorno a te la casa che hai sempre sognato.

Ti è mai capitato di indossare un vestito che in apparenza ti calza a pennello ma con il quale proprio non sei a tuo agio?

Potranno dirti che ti sta tanto bene, che è perfetto per te… eppure, non lo porterai mai in pubblico.

Perché non ti fa sentire come vorresti.

Non importa quanto, in teoria, sia bello e adatto a te.

Non lo senti tuo.

Sapevi che la stessa cosa accade anche con l’arredamento?

Non stiamo parlando di un aspetto secondario.

Le emozioni legate al tuo arredamento

Gli arredi sono ciò che faranno nascere sensazioni ed emozioni nella persona che vive la casa, che daranno vita all’atmosfera che respirerai ogni singolo giorno.

Non trovi?

Immagina di entrare a casa tua, quella a cui stai dando vita con tanti sacrifici.

Come pensi che ti sentiresti se i mobili non fossero capaci di rappresentarti?

Davanti a te si apre una sala luminosa e ampia, arredata in modo esteticamente perfetto.

Sulla carta è tutto bellissimo.

E nella pratica?

Per qualche motivo senti l’atmosfera come fredda, impersonale.

Non ti senti a casa.

E cosa c’è di più brutto del tornare a casa dopo una giornata di lavoro e non provare quel senso di accoglienza che ti meriti?

Sarebbe davvero frustrante, soprattutto se pensi a quanto di te stessa hai dedicato alla creazione di quella che doveva essere la casa dei tuoi sogni.

E poi, credimi, se ti ritrovassi a vivere in una casa che non ti rappresenta, faticheresti a rilassarti al 100%.

E ogni aspetto della tua vita ne risentirebbe.

I rivenditori di arredo vendono i mobili come estetica o emozione?

Per questo motivo, devi fare molta attenzione quando vai a cercare gli arredi che dovranno arricchire la tua abitazione.

Sono certa che, quando entrerai in un negozio, i rivenditori di arredo ti faranno domande come:

– che stile cerchi?

– che colori preferisci?

Seguite da un lungo monologo sulle nuove tendenze, sulla qualità estrema di alcuni materiali e poi via a vedere gli show-room con ambientazioni bellissime.

Hai capito cosa è accaduto?

Stanno solamente cercando di venderti un arredo sulla base di un semplice appagamento estetico.

E, per di più, lo stanno facendo mostrandoti situazioni create ad hoc, che appaiono bellissime ma non sono reali.

Sono semplici scenografie.

Sei davvero sicura che la tua camera apparirà esattamente come quella finta che ti hanno mostrato?

Le dimensioni, le luci, le posizioni degli elementi non saranno mai le stesse che ricreerai a casa tua.

Il risultato sarà, così, completamente diverso.

Tu sei il fulcro della casa!

Ciò che, invece, dovrebbe fare un rivenditore di arredi che ha a cuore il tuo benessere è rivolgerti una semplice domanda:

– come ti fa sentire questo arredo?

Non sono lo stile o la gradevolezza estetica gli elementi da inseguire.

Certo, sono aspetti importanti.

Ma non sufficienti per farti sentire accolta dentro alla tua stessa casa.

Per questo è imprescindibile partire dalle sensazioni che provi.

Solo una vera e propria analisi sul tipo di persona che sei, su quello che desideri, sul tuo stile di vita, può permetterti di raggiungere quel senso di pace e accoglienza che vorresti provare ogni volta che torni a casa.

E, se nessuno si preoccupa di sapere chi sei e quali sono le tue esigenze, stai pur certa che ti ritroverai sì con una casa bellissima, ma che non ti rappresenterà.

Bisogna però dirlo: non è questo il mestiere di un venditore di mobili.

Il quale, giustamente, si preoccupa solo di venderti un prodotto di qualità e bello.

In fondo, nemmeno può sapere che non è sufficiente per farti sentire bene a casa tua.

Ora capisci perché è importante farsi aiutare da una Interior Designer?

Non si tratta di avere una casa più carina o di far morire di invidia un’amica.

La casa deve parlare di te per farti sentire bene e accolta!

Stiamo parlando del tuo benessere.

Stiamo parlando della preziosa possibilità di sentirsi a proprio agio a casa propria.

Hai idea di quante persone mi contattino dicendomi di non riuscire a sentirsi accolte a casa propria?

Molte persone pensano che il lavoro di una Interior Designer sia quello di rendere più bello uno spazio.

In realtà, la verità è molto diversa.

Almeno per me.

Prima di ogni altra cosa, mi preoccupo di scoprire chi è la persona davanti a me, quali sono le sue esigenze, che tipo di vita conduce.

Sulla base di queste informazioni comincio a lavorare a un progetto di benessere, nel quale la parte estetica ha un valore importante ma non è l’unico obiettivo che perseguo.

La vera differenza sarà la capacità di rendere bella e, allo stesso tempo, accogliente la tua casa.

Che comincerai a percepire come un vero e proprio rifugio.

Scopri come contattarmi

Ti piacerebbe scoprire di più su come posso trasformare una semplice casa nel tuo luogo più confortevole?

Ti basta mandarmi un messaggio!

Non preoccuparti, è senza impegno: sarò felice di rispondere a tutte le tue curiosità!

Potresti essere interessata anche a come mixare gli stili, per una casa che ti rappresenti al 100%!

 

Iscriviti al mio canale per rimanere aggiornato sui prossimi video: Vivere lo Stile Virginie Simonet Interior Designer 

Te nei sei già accorta, vero?

Ristrutturare casa non è una passeggiata!

Tutto comincia con un sogno, l’idea di una casa accogliente nella quale andare a vivere, che prende forma nella tua testa.

Prima o tardi, però, dovrai scontrarti con la realtà: dare vita a ciò che hai in mente è molto complicato.

Hai idea di quante persone non sono riuscite a creare ciò che desideravano?

Pensa a come ti sentiresti se, dopo avere speso tantissimo tempo, energie e denaro, ti ritrovassi a dovere vivere in una casa che sì, è bella e funzionale ma che, però, non ti rappresenta.

Non è quello che stavi sognando.

Non basta un’idea in testa, non è sufficiente sapere ciò che vuoi.

Quello che ti serve è un vero e proprio progetto dettagliato in ogni singolo particolare, che parta dall’impianto di riscaldamento e che arrivi fino ai mobili.

E fai molta attenzione: quanto più sarà dettagliato, tanto più la ristrutturazione si avvicinerà alla casa dei tuoi sogni.

In particolare, ci sono 7 elementi che devono essere ben chiari nel tuo progetto PRIMA che comincino i lavori.

Se anche solo uno di questi non fosse perfettamente delineato, allora prenditi del tempo e aspetta prima di far partire la ristrutturazione.

Ecco i 7 elementi imprescindibili di ogni progetto:

1) L’impianto di riscaldamento

Tutti sanno che una casa abbia bisogno di essere riscaldata.

Quello a cui molte persone non pensano, è il “come” verrà riscaldata.

Non è un aspetto che puoi permetterti di ignorare, perché è una vera e propria scelta tecnica che andrà a modificare sensibilmente l’intera abitazione.

Prendiamo, per esempio, un impianto di riscaldamento tradizionale.

Se è questa la tua scelta, dovrai indicare esattamente dove posizionare i radiatori.

È un aspetto fondamentale perché quelle porzioni di parete non saranno liberamente utilizzabili.

Ancora, pensa al riscaldamento a pavimento.

È importante che tu lo definisca in fase di progetto.

Affinché l’impianto possa funzionare e performare al meglio, serve un certo spessore del pavimento così che contenga i pannelli radianti.

Nemmeno quando si tratta di climatizzazione aerea puoi permetterti di lasciare il tutto a una decisione successiva.

Sapevi che ci sono regole di altezze minime dell’impianto sotto le quali non si può scendere?

Le opzioni per riscaldare una casa sono diverse e ognuna richiede interventi specifici e preventivi.

Assicurati di scegliere il tipo di impianto subito, prima della ristrutturazione.

Altrimenti sarai costretta ad accettare quello tradizionale!.

2) Il pavimento

Molte persone pensano che il pavimento sia una semplice questione di gusto.

La realtà è un’altra.

Certo, la pavimentazione è fondamentale ai fini dell’estetica della casa ed è anche la base dell’atmosfera che si respirerà.

Ma non è solo questo.

Ogni tipo di pavimento necessita un proprio sottofondo con caratteristiche peculiari.

Questo significa che non hai la possibilità di scegliere il pavimento solo in un momento successivo.

In assenza di istruzioni, l’impresa edile preparerà un sottofondo per piastrelle tradizionali, che è la scelta tipica.

Cosa accade se, sfogliando una rivista o visitando un’altra abitazione, ti innamorassi delle cementine?

La differenza di spessore tra le cementine e piastrelle è così netta che l’impresa dovrà rompere il sottofondo già preparato.

E ripetere i lavori.

Con conseguente spreco di soldi e tempo.

3) La cucina

Nonostante si tratti di una stanza fondamentale e curata nei dettagli, le persone cadono nell’errore di andare a sceglierla solo all’ultimo minuto.

Vuoi davvero che la cucina dei tuoi sogni si debba adattare agli impianti già montati?

Non sarebbe molto meglio se, invece, fossero gli impianti ad adattarsi alla tua cucina?

Se scegli la cucina all’ultimo minuto, sarai costretta a scendere a tanti compressi.

Tra i quali la rinuncia a quella che più amavi.

E allora, una volta definite le misure della stanza, vai da un rivenditore e studiate insieme la migliore soluzione.

Potrai far così montare gli impianti sulla base della cucina che desideri davvero, senza dover optare per seconde scelte.

4) L’illuminazione

La luce è la base del benessere.

E, se ti dimentichi di studiare da subito l’illuminazione, potresti ritrovarti con una casa poco accogliente.

Non si tratta solo di ambienti bui o male illuminati.

Anche una abitazione molto luminosa potrebbe non farti sentire come a casa, perché la distribuzione delle luci non è ottimale per farti provare le sensazioni che vorresti vivere.

Per ottenere un risultato che ti farà emozionare, mettiti al lavoro con l’elettricista prima che sia troppo tardi!

5) Sanitari

Prima di cominciare i lavori, gli idraulici chiedono sempre la scheda tecnica dei sanitari scelti.

Questo perché le tipologie sono ormai diverse (sia a muro che a pavimento): se non sei preparata o se, nemmeno, hai idea di quello che vuoi, gli impianti saranno realizzati per sanitari a pavimento.

Ancora una volta, dovrai sborsare inutilmente altro denaro e sprecare tempo, se cambierai idea e vorrai quelli sospesi!

A meno di non accontentarsi di qualcosa che non vorresti.

6) Finiture e rivestimenti alle pareti

Qui vale lo stesso discorso dei pavimenti.

Il sottofondo è diverso a seconda del materiale che scegli.

Che sia pietra, piastrella, carta da parati o semplice pittura, attendere non sarà mai una buona scelta.

Ancora una volta, il rischi è di dover ripetere dei lavori già eseguiti.

Perché spendere più soldi e tempo?

7) Arredi

Anche se gli arredi sono l’ultima cosa a mettere piedi in casa, sono anche una delle prima a cui dovresti pensare.

Se non vuoi ritrovarti a vivere una casa che non è ciò che sognavi.

Se pensi che stia esagerando, rifletti semplicemente sul fatto che, per esempio, potresti essere vincolata a nascondere i tagli di luce a cui avevi pensato a causa di un mobile dalle dimensioni non previste.

Per non parlare di quella applique da parete che ora devi spostare per via di un arredo che non avevi considerato.

O, ancora, potresti essere forzata a usare inestetiche prolunghe perché, nonostante tu abbia messo decine di prese elettriche, te ne manca una proprio nel punto in cui vorresti inserire una bella lampada!

Come ti dicevo poco più sopra, una ristrutturazione è un’avventura complicata, che andrebbe affrontata senza lasciare nulla al caso.

È vero, un progetto così dettagliato da tenere conto anche di questi 7 aspetti è complesso e richiede tempo.

Ma non pensi che sarebbe meglio investire del tempo e della fatica in principio, se questo vorrà dire riuscire ad avere la casa dei tuoi sogni?

E non solo!

Significherà anche non buttare via tempo o sprecare inutilmente denaro.

Se stai per partire con una ristrutturazione, fermati per un secondo e chiediti: sei davvero sicura di avere pensato a ogni dettaglio?

Se così non fosse non esitare a contattarmi!

Hai trovato la casa dei tuoi sogni e c’è qualche lavoretto da fare per renderla esattamente come desideri?

La prima cosa che potrebbe venirti naturale fare è… semplicemente di fare partire i lavori.

Questo significa, di fatto, che sarai tu a dover verificare che tutto proceda per il verso giusto e sarai direttamente responsabile della buona riuscita del tuo sogno.

Sei davvero certo di poterlo fare?

Proviamo a immaginare cosa accade quando scegli di seguire da solo la ristrutturazione.

Sarai subito messo davanti al primo dubbio.

Meglio un’unica impresa strutturata o tanti professionisti?

La differenza è notevole: da un lato, hai una sola impresa che si occuperà di gestire ogni aspetto, dall’altro una squadra di professionisti scelti da te.

Ognuna di queste opzioni porta con sé vantaggi e svantaggi.

Un’unica impresa ti libera dall’onere di metterti alla ricerca dei singoli artigiani, però ti affidi ciecamente a una società che non conosci così bene.

Sei davvero sicuro di poterti fidare?

Se, invece, ti occupi personalmente di trovare chi dovrà lavorare sulla casa dei tuoi sogni, dovrai fare i conti con tantissimo tempo ed energie da spendere.

Riuscirai a scegliere i professionisti adatti? Lo farai in un tempo ragionevole?

Quindi quale tra le 2 opzioni scegliere? Dipende.

Proprio così. Non posso darti una risposta senza conoscere in modo dettagliato il progetto.

In pratica, dovrai prendere una decisione senza avere idea se possa essere quella giusta.

Un bel problema, vero?

A prescindere da quale sarà la tua decisione, dovrai poi assumere il ruolo di vero e proprio controllore dei lavori.

Sì, perché se non segui con attenzione lo svolgimento delle attività, potrebbero crearsi degli intoppi e generarsi ritardi notevoli.

E non sperare che il geometra o l’architetto controlli i lavori.

Il ruolo dell’architetto è quello di gestire tutta la parte iniziale, compresa quella burocratica, e la sicurezza del cantiere.

Mai in alcun modo arriverà a essere un dirigente dei lavori, non si metterà di certo a coordinare i vari professionisti messi sul campo.

E sarai d’accordo con me quando dico che, senza coordinazione, non puoi avere alcuna garanzia sul rispetto dei tempi e nemmeno sul risultato finale.

E ricorda che i professionisti che dovrai organizzare non sono pochi.

Quantomeno, dovrai coordinare i muratori, l’elettricista, l’idraulico, il piastrellista, l’imbianchino.

Non sembra un compito molto semplice, vero?

Questo discorso vale anche se hai scelto un’impresa strutturata: se, sulla carta, il ruolo di coordinare spetta a questa società, tu non puoi permetterti di non vigilare.

Volente o nolente, sei costretto a diventare il coordinatore dei lavori.

E sai qual è il motivo principale che causa ritardi in un cantiere o un risultato diverso da quello immaginato?

La mancanza di comunicazione.

Che deriva, appunto, dall’assenza di un lavoro coordinato.

Ognuno esegue il proprio compitino senza curarsi del fatto che la sua attività sarà strettamente correlata con l’intervento di un altro professionista.

E sarai tu a doverti occupare della comunicazione all’interno del cantiere.

Pensi che sia così facile?

Molto spesso non si hanno né le competenze né il tempo per poterlo fare.

Prova a immaginare cosa accadrebbe se non ti riuscisse questo lavoro di coordinazione.

Non solo ci saranno enormi seccature e ritardi, ma dovrai anche affrontare la fastidiosa pratica dello “scarica-barile”.

Nessuno sarà responsabile ma tu sarai l’unica vittima!

Hai idea di come ti sentiresti di fronte all’impotenza di vedere il tuo sogno svanire e non poter far nulla per porre rimedio?

Saresti costretto a mettere mani al portafoglio, anche se non è colpa tua, anche se lo percepisci come ingiusto.

Non pensi che sarebbe meglio avere al proprio fianco una persona che lavora PER TE e che farà di tutto perché i tuoi desideri procedano secondo i piani?

Seguire personalmente la ristrutturazione della propria casa non è l’unica strada percorribile.

Ora hai la possibilità di avere una tua consulente personale, una persona che ti segua passo passo e che lavorerà solo PER TE.

Non è un’impresa che punta a risparmiare così che abbia un margine più elevato o un professionista che si preoccupa solo di fare il proprio compitino.

Stiamo parlando di una consulente la cui unica missione è quella di raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato.

È vero, all’inizio potresti percepirla come una spesa extra.

E potresti pensare anche che già la ristrutturazione costerà molto, perché aggiungere una spesa?

Semplicemente perché non si tratta di una spesa.

Ci avevi pensato?

È, piuttosto, un investimento.

Il cui prezzo sarà di gran lunga inferiore a ciò che sarai costretto a pagare se sceglierai di fare tutto da solo.

Pensa a quanto sarebbe bello avere una persona di fiducia che ti informi puntualmente sui lavori, che li segua personalmente e che sia sempre in prima linea per difendere il tuo sogno.

Alla fine sarai felice di avere scelto di non fare tutto da solo!

Se vuoi scoprire in modo gratuito e senza impegno se io possa essere la persona giusta ad accompagnarti nel tuo percorso di ristrutturazione, ti basta compilare il modulo che trovi qui.

Ti ricontatterò così che tu possa raccontarmi del tuo sogno e capiremo insieme se ci sono i presupposti per lavorare insieme!

Hai scelto di ristrutturare casa? Prima di fare ogni altra cosa, leggi fino in fondo questo articolo.

Ti sarà estremamente utile per capire come evitare 4 errori così comuni da essere commessi da quasi la totalità delle persone.

Ristrutturare casa è un passo importante.

Non pensi che possiamo equipararlo all’acquisto di una casa?

Del resto parliamo di una spesa non indifferente per ottenere un ambiente nel quale amerai vivere.

Non ti suona familiare? Proprio così, è molto simile all’acquisto di una casa!

E sono certa che, prima di acquistare casa, tu ti sia fermato a ragionare, riflettere, studiare la situazione.

Non volevi commettere errori.

E allora, se la ristrutturazione è così simile a un acquisto, sei d’accordo con me quando dico che dovresti utilizzare cautela?

Naturalmente, non sto cercando di spaventarti, sto semplicemente provando a farti evitare di lasciarti prendere dalla fretta, così che tu non cada in alcuni comunissimi errori.

Errori che ti costeranno molto.

Nei miei 4 anni nel mondo immobiliare, ne ho viste davvero di tutti i colori.

Ma sono 4 gli errori che vengono quasi sempre commessi.

Eccoli qua:

1) Non avere un progetto completo PRIMA di cominciare i lavori

Hai mai pensato a quanto sia importante avere un piano d’azione che copre ogni minimo particolare?

Pensare a tutti i singoli dettagli dei lavori da effettuare ti mette al riparo da sgradite sorprese… quelle che poi ti costeranno degli extra.

Nello specifico, per farti qualche esempio, dovrai avere chiara la tipologia di pavimentazione, di rivestimenti, di sanitari, di illuminazione e, addirittura, anche gli arredi.

Proprio così.

Pensa a cosa accadrebbe se non progettassi da subito la cucina, completa di ogni suo arredo.

Non avresti un’idea precisa di dove inserire gli attacchi.

Non trovi che questo causerebbe un rallentamento dei lavori?

Se non hai un piano ben definito, il cantiere sarebbe costretto a fermarsi più volte, perdendo molto tempo.

Sai cosa accade quando perdi del tempo? I costi lievitano, esattamente.

E, allora, perché non perdere qualche settimana prima per dare vita a un progetto che copra la ristrutturazione nella sua interezza?

2) Includere i materiali nel preventivo

Molto spesso, quando ti viene preparato un preventivo per i lavori, vengono inclusi anche i materiali: mi riferisco alle piastrelle, porte, sanitari, finestre, e così via.

Ma sai cosa succede quando hai in mano un preventivo che comprende anche i materiali?

Tendenzialmente, 2 cose.

E NESSUNA di queste è vantaggiosa per te. Anzi.

–> le tue possibilità di scelta sono molto limitate.

L’impresa o l’artigiano a cui ti sei rivolto, con tutta probabilità, ti mostrerà i materiali proposti dai loro fornitori di fiducia.

Insomma, quelli che a loro propongono prezzi di favore (ma non sperare che quel prezzo di favore ti verrà riconosciuto).

Così, ti ritroverai con una scelta limitata.

In sostanza, qualcun altro sta scegliendo per te.

–> rischi di pagare di più.

Verosimilmente, ti verrà proposto un materiale di fascia medio-alta e tu, che ancora non hai ben chiaro cosa vorrai inserire nella tua abitazione, non potrai far altro che accettare.

Se, poi, verranno inseriti materiali di seconda fascia, credi davvero che ti verrà proposto uno sconto?

No, non accadrà.

Quindi, cosa puoi fare?

Visita tu stesso i vari rivenditori.

Certo è un processo più lungo (e a tratti noioso!) ma i vantaggi saranno enormi.

Potrai toccare con mano ciò che sarà inserito in casa, avrai una scelta enorme e, soprattutto, esattamente ciò per cui paghi!

Sarai in pieno controllo e non nelle mani di un’impresa.

Non male, vero?

3) Programmare consegne e traslochi troppo presto

Un bel modo per buttare via soldi è quello di programmare consegne e traslochi per le date di fine lavori che ti sono state promesse dal costruttore.

I ritardi nei cantieri sono all’ordine del giorno, sei davvero sicuro che proprio il tuo sarà in perfetto orario?

Un ritardo è certamente un’enorme seccatura: non vedi l’ora di vivere la tua nuova casa ma sei costretto ad aspettare.

Non pensi che sarebbe molto meglio evitare di aggiungere a questa seccature delle spese extra?

Immagina come ti sentiresti se, oltre a dover aspettare più del dovuto, fossi costretto a pagare delle penali per avere disdetto il trasloco o a spendere degli extra per dei servizi di deposito materiali/arredo.

Quello che puoi fare è farti dare una serie di scadenze all’interno del lavoro e vedere se vengono rispettate.

Così, puoi valutare lo stato dei lavori.

Se ci sono dei ritardi su questa tabella di marcia, aspetta!

Potrai organizzare consegne e traslochi quando manca un mesetto alla fine dei lavori.

4) Non avere uno stato avanzamento dei lavori dettagliato, compreso degli extra

Mettilo in conto: è possibile che siano necessari dei lavori extra per portare a termine il tuo progetto di casa.

Nel momento in cui vai a fare operazioni di ristrutturazione, è possibile incappare in problematiche non preventivatili.

Oppure, sei tu a cambiare idea su alcuni aspetti e questo rappresenta un extra.

In ogni caso, chiedi che i conti vengano sempre aggiornati, includendo ogni tipo di extra.

È molto facile ritrovarsi con un conto salatissimo a sorpresa, dopo avere ignorato qualche extra che si riteneva minore.

Avendo tutto sott’occhio, invece, avrai sempre la possibilità di scegliere consapevolmente se proseguire in quella direzione oppure di rinunciare ad alcuni lavori o risparmiare sui materiali.

Allora, dimmi la verità: anche tu stavi rischiando di commettere questi errori?

Non preoccuparti, è normale, non si ristruttura casa tutti i giorni, ma io sono qua proprio per aiutarti.

Se devi ristrutturare casa e hai paura di incappare in costi nascosti, di quelli che possano coglierti di sorpresa, puoi anche chiedermi una consulenza privata.

Un piccolissimo investimento il cui prezzo è di gran lunga inferiore a ciò che spenderai se scegliessi di fare tutto da solo.

Immagina quanto sarebbe bello vivere in totale serenità un momento eccitante ma stressante come la ristrutturazione di casa.

Avresti la certezza di avere al tuo fianco una professionista che lavora nel TUO interesse.

Come puoi fare per garantirti la possibilità di vedere nascere la tua nuova casa esattamente come la desideri e senza costi nascosti?

È molto semplice!

Ti basta mandarmi un messaggio, ti aspetto!