Articoli

Oggi volevo mostrare l’ultimo lavoro di Home staging… al piano attico di una palazzina in zona semi-centrale di Alessandria un grandissimo appartamento è stato suddiviso in 4: rispettivamente due bilocali e due trilocali, tutti ristrutturati e tutti con una grande porzione di terrazzo.
In uno dei bilocali abbiamo fatto un intervento di home staging molto semplice, giusto per mostrare la potenzialità degli spazi e la loro fruibilità…

Un piccolissimo tocco di colore, autunnale per richiamare la stagione…
Che ne dite?

   

By Virginie

Oggi vorrei riparlare di HOME STAGING nella sua accezione più ampia… ovvero come rendere appetibile un immobile messo sul mercato immobiliare delle LOCAZIONI!

Spesso ho parlato di home staging per la vendita, di come creare una scenografia, un’emozione per far i che i visitatori se ne innamorino subito e la vogliano comprare.
Ma per gli appartamenti che si mettono in affitto come funziona???
Se l’alloggio sarà affittato vuoto è consigliabile lasciarlo vuoto, perché poi un possibile inquilino si aspetta di trovare ciò che aveva visto durante la visita (cosa che non succede per una casa in acquisto). Però, anche in questo caso, qualche piccolo accorgimento è d’obbligo: la casa deve essere pulita, e in ordine in primo luogo la casa deve essere imbiancata, poi NON si deve lasciare un bagno fatiscente, anche i bagni di una volta devono essere curati e sistemati! Possibilmente anche i serramenti interni ed esterni devono presentare bene. Una fotografia professionale aiuterà comunque l’annuncio a spiccare in mezzo agli altri. In questa situazione mancherà la componente emozionale, lo sguardo non sarà “veicolato” sui pregi della casa e quindi si noteranno per forza TUTTI i difetti… vediamo di  ELIMINARLI!!!

Quando si tratta di affitti arredati…beh… lì comportiamoci esattamente come per la vendita, creiamo l’emozione!!! Non sarà più una semplice scenografia, bisognerà mettere i mobili necessari per poter vivere davvero…
Se guardate sui vari portali vedrete davvero di tutto, spesso le case messe sul mercato delle locazioni ammobiliate diventano il ricettacolo di tutti quei mobili, nostri o “della nonna” che non sappiamo dove mettere! EVITIAMO!!! si perché la maggior parte delle volte sono davvero un’accozzaglia di vari stili e colori che fanno a pugni!!!

Chi affitta spesso cerca alloggi già arredati per non avere l’onere di cercare mobili che poi un domani potrebbero non adattare in un’altra casa e soprattutto per la libertà di poter cambiare!
Quando si decide pertanto di ammobiliare un’appartamento lo si deve fare seguendo poche semplici regole:
– colori neutri (per piacere ad un più ampio numero di utenti) con qualche piccolo accento di colore, che non sia invasivo!
– i mobili essenziali e che siano funzionali, senza metterne troppi per permettere a chi verrà qualche personalizzazione!
– se l’alloggio sarà destinato a studenti, in cucina bisognerà prevedere un kit: piatti, posate, bicchieri e pentolame.
come sempre la fotografia professionale sarà quella che farà spiccare l’alloggio nei vari portali.

Di seguito vi propongo l’ultimo intervento:
un trilocale in zona semi-centrale di Alessandria. Vuoto non si riusciva ad affittare perché al pian terreno…
Unico intervento “corposo” il cambio delle finestre (che oltre  dare maggior sicurezza ha reso le stanze ancora più silenziose) e poi l’arredo, semplice, un mix tra mondo convenienza e Ikea… questo il risultato:

 

L’alloggio è stato affittato alla seconda visita (la cucina doveva ancora arrivare), non c’è stato nemmeno il tempo di metterlo in pubblicità!!

L’occhio vuole sempre la sua parte, no???

By Virginie

Ehi!
Adesso che ci penso, non mi sono mai veramente presentata, nel mio primissimo post ho giusto scritto il mio nome, ho detto di essere una Interior Designer e che stavo inseguendo il mio sogno… fine! Ma giustamente tu vorresti saperne di più!
Sulla home page del sito viverelostile.it trovi tutto, ma voglio aggiungere qualcosa!
Riassumo il chi sono: sono una mamma di tre figli che oggi hanno rispettivamente 17 – 8 e 4 anni, l’ultimo è un vero terremoto e insieme mi tengono davvero sempre “sul pezzo”! Sono moglie e casalinga e, come si evince dal sito e dai vari social, sono imprenditrice che propone servizi di Interior Design, Home Staging e Fotografia di interni.

Interior design e Home staging sono due facce della stessa medaglia…la casa, ma hanno un approccio esattamente agli antipodi:

  • l’interior designer arreda secondo i tuoi gusti personali, per far si che la casa parli di te di chi sei…e che tu senta casa tua come il tuo rifugio, il tuo nido!
  • L’home stager invece deve far si che un alloggio in vendita o in affitto sia “spersonalizzato”, non arreda, ma da l’idea degli spazzi e fa si che la casa piaccia ad un maggior numero possibile di persone. Questo, se il prezzo di mercato è quello giusto, aumenta le visite, dimezza i tempi di vendita o affitto e diminuisce le trattative sul prezzo!

Ok, mi dirai e quindi?

e quindi se stai per comprare casa o quella che hai non ti rispecchia più in qualità di Interior designer posso aiutarti ad arredarla nel modo giusto, che sia per te funzionale e che parli del tuo personalissimo modo di essere! (hai visto il post “rinascita di un appartamento”? oltre ad arredare collaboro con un pool di professionisti con i quali possiamo affrontare anche la ristrutturazione completa dell’alloggio!)

Se invece hai una casa da mettere in vendita, il prezzo è quello giusto, ma non riesci a venderla contattami, farò uno studio del target di riferimento e farò un allestimento ad hoc! le fotografie professionali faranno il resto: l tua casa spiccherà in mezzo alle altre sui vari portali e vedrai che in men che non si dica la venderai al giusto prezzo!
Lo stesso dicasi se hai un immobile (soprattutto se arredato) da mettere in affitto, spesso in giro trovi alloggi in cui sono stati letteralmente “buttati dentro” mobili racimolati da varie case o da amici e parenti, mobili che non hanno a vedere l’uno con l’altro o che sono decisamente datati, non far si che il tuo alloggio sia così, rendiamolo appetibile…a prezzi modici, lo giuro, basta poco e l’immobile acquista subito valore gli occhi di chi cerca casa…questo permetterà molto probabilmente di aumentare il canone alzando il target dei possibili inquilini!

l’insieme di Interior, di scenografia e fotografia è il top per chi ha strutture microricettive, che siano o meno su airb&b che siano a notte o a settimane (come le strutture vacanziere), la presentazione è davvero tutto! FAI IL BOOM di prenotazioni, contattami al 3890276869 o scrivimi a info@viverelostile.it e chiedi una visita gratuita…vedrai che saprò stupirti!

By Virginie

Ogni volta che prendiamo in mano una casa per immetterle sul mercato degli affitti o della vendita, studiamo il target che maggiormente potrebbe essere interessata a quel tipo di immobile, e da lì studiamo i colori e il giusto arredo (o scenografia per le vendite)… quando tutto questo è fatto arriviamo ai DETTAGLI, quelli che fanno la differenza, quelli che emozionano, quelli che ti fan scattare qualcosa dentro che ti dice “LA VOGLIO”!

l’Home Staging, ridotto ai minimi termini, è proprio questo, uno strumento emozionale che oltre a frati capire gli spazi e le potenzialità di un determinato alloggio, ti crea quell’emozione dentro…

La fotografia di tale dettaglio, se ben eseguita amplifica quell’emozione! quegli agenti immobiliari che riescono nei loro spazi pubblicitari a mettere anche qualche fotografia del dettaglio (ovviamente contestualizzate con le altre dell’alloggio) riescono ad avere maggior richiamo…

Di seguito ecco qualche dettaglio dei vari lavori eseguiti…

Come detto prima valgono di più se contestualizzati, ma non vi incuriosiscono???

Virginie

 

 

Buongiorno,

di nuovo è passato tantissimo tempo dall’ultima volta che ho scritto… e sono cambiate tante cose… la più importante delle quali è che ormai sono solo più una libero professionista: mi sono licenziata dal mio lavoro di impiegata part-time e posso dedicarmi unicamente alla mia passione per l’interior design, l’home staging e la fotografia d’interni.

Durante questo lungo silenzio ho maturato questa non facile decisione, ho fatto corsi di aggiornamento sulla fotografia e la post produzione, sulle gestioni delle obiezioni… poi ho consolidato una bella collaborazione con Chiara Maschio di Home Re-Do e con l’agenzia immobiliare Repetto. Da questo sodalizio è nato un bel relooking: un appartamento vuoto sul mercato degli affitti da sei mesi…lo abbiamo arredato e abbiamo ridipinto le porte per “ammodernarlo” ed è stato affittato alla prima visita!
Un successo oltre le aspettative!

Ecco le foto di questo intervento:

Bagno Camera Camera2 Cameretta Cucina Cucina2 Entrata Sala

In questo ultimo periodo abbiamo lavorato alla trasformazione di un’appartamento in casa studenti e all’arredo di altra casa per il mercato degli affitti ammobiliati….a breve tutte le fotografie degli interventi!

Virginie

State cercando casa, cominciate a navigare in internet su uno dei tanti portali per la ricerca di immobili… restringete la ricerca segnando la zona desiderata, il numero di locali e magari mettendo anche una fascia di prezzo… trovate queste fotografie:

vivere lo stile camera post stagingvivere lo stile Camera pre staging
a parità di prezzo, zona e quant’altro avete messo per arrivare a questo punto, su quale delle due immagini clicchereste prima???
Io credo sulla prima! Perché? è un fattore psicologico!
Avrete senza dubbio notato che le due foto ritraggono esattamente lo stesso locale, ma la seconda è letteralmente “spoglia” un pò buia…anonima! La prima invece è più luminosa, armoniosa, ha uno stile neutro in cui tutti bene o male si possono rispecchiare…sa di casa!

L’Home staging è un po’ questo: è letteralmente l’arte di “mettere in scena la casa”, valorizzando i punti di forza dell’immobile, creando la giusta atmosfera, l’effetto “WOW” per far sì che tutti i visitatori si sentano a casa, o comunque riescano ad immaginarsi vivere lì.

Mi spiego meglio:
se l’immobile è completamente vuoto un Home stager metterà alcuni elementi che possano dare l’idea degli spazi (altrimenti visti più piccoli di quel che effettivamente sono) pochi oggetti sapientemente posizionati, i colori rigorosamente neutri con pochi piccoli tocchi di accento per creare un’atmosfera accogliente che faccia sentire il maggior numero di persone “a casa”.
Se l’immobile è disabitato, ma ammobiliato, l’Home stager farà togliere tutto il superfluo, mantenendo quei pochi mobili, sempre per l’idea degli spazi, e nuovamente alcuni tocchi che valorizzino i punti di forza dell’ambiente.
Infine, se l’immobile, è abitato…l’Home stager suggerirà di togliere le foto e tutti quegli oggetti personali che faranno sentire il visitatore un ospite e non un possibile proprietario di casa! Potrà, inoltre, suggerire il cambio di posizione di alcuni mobili per meglio valorizzare la stanza.

Dopo gli interventi di Home staging un buon servizio fotografico aiuterà ancora di più ad attirare l’attenzione sull’immobile portando più visite e quindi più possibilità di vendita o affitto!

Mostro di seguito un paio di prima e dopo come esempi:

Staging-sala Staging-ingresso Staging-cucina Staging-camera

Come vi sembrano??

Comunque avremo senz’altro modo di riparlarne nei prossimi post… ma se avete un immobile da vendere o affittare informatevi se nella vostra zona c’è un Home stager, questo affiancherà il vostro immobiliare di fiducia per offrirvi il miglior servizio possibile.

By Virginie Simonet