Voglio fare con te un gioco:

sei un datore di lavoro e cerchi un impiegato, ti si presenta davanti una persona con vestiti sporchi e completamente stropicciati, spettinata, cosa pensi? E cosa fai?
Penserai che è una persona poco curata e probabilmente non l’ascolterai nemmeno, se lo farai, sarà per pura cortesia, perché ormai è lì e pare brutto mandarla via, ma non terrai in considerazione la sa candidatura.
Se invece si presentasse una persona vestita di tutto punto, curata in ogni dettaglio, sicuramente sarai più disposto quanto meno ad ascoltarlo con attenzione!

Mi sbaglio? E’ assolutamente NORMALE, siamo tutti così, anche se diciamo spesso che “l’abito non fa il monaco” in realtà ci creiamo un’idea ben precisa delle persone in pochi minuti (se non secondi) solo guardandole.

Obiettivamente una donna in tailleur, o un uomo in giacca e cravatta la ventiquattr’ore danno l’idea di persone in carriera e di professionalità. Persone con vestiti firmati o con costose macchine ci fanno pensare che siano benestanti.

 

“E cosa c’entra questo con la casa, tanto una volta che l’hai comprata ne fai quello che vuoi, no?!” beh te lo dico subito, se da un lato hai ragione, una volta che la si compra si può fare tutto quello che si vuole, è altrettanto vero che devi essere “invogliato” a comprarla quella casa!

Non è un investimento che si fa a cuor leggero, si vuole essere sicuri al 1000%!

Tante case, pochi acquirenti, che, comprensibilmente, fanno una cernita accurata scartando tutto quello che “a prima vista” non gli piace!

“NON AVRAI UNA SECONDA OCCASIONE PER FARE UNA BUONA PRIMA IMPRESSIONE” (Oscar Wilde).
Questa è una delle frasi preferite di noi home stager, perché davvero centra il punto: se l’annuncio della vendita non viene preso in considerazione subito, puoi star certo che non lo sarà in seguito.

Quindi in sintesi

Sistemare la casa, tenendola pulita, ordinata e togliendo il superfluo creerà una sensazione positiva che attirerà le persone!
Questo deve essere poi accompagnato da una fotografia professionale in modo che chiunque sia alla ricerca di una casa nuova possa subito notarla tra le tante offerte!

Un alloggio curato, “ben vestito” e correttamente fotografato richiamerà a se molta più attenzione, quindi più visite.
Studi di settore di settore è emerso che un possibile acquirente decide di comprare una casa entro i primi 90 secondi della visita!

Capisci che non puoi sbagliare?

In un mercato in ribasso vendere prima significa vendere ad un prezzo senza svalutazione, ma come puoi vendere prima se nessuno nota casa tua?

E tu cosa vuoi fare? Mettere in vendita (o mettere in affitto) casa tua o VENDERLA (affittarla)?

Se, come credo, vuoi vendere (affittare) al più presto allora FAI FARE BUONA IMPRESSIONE a casa tua!
Come?
contattami!! Compila il format www.viverelostile.com/contatti

Mi è capitato l’altro giorno che un amico mi dicesse di voler cambiare i colori di casa sua, che aveva letto tutti i miei post sulla psicologia del colore, che ci aveva rimuginato più volte sopra, ma che assolutamente non sapeva decidersi. Erano troppi i colori che gli piacevano e che in qualche modo potevano anche rappresentarlo. Però, giustamente e per fortuna, non voleva rendere la sua casa un’arlecchino!

Come fare allora per scegliere i colori di casa quando le idee sono tante e magari un poco confuse?
Intanto bisogna partire da due dati importanti:
– pavimenti e serramenti (soprattutto quelli interni come le porte)
– Presenza di mobili.
Se non vuoi fare una ristrutturazione, i pavimenti li devi tenere così come sono (c’è la possibilità di colorarli, ma bisogna assolutamente chiamare un professionista, per avere un risultato buono e duraturo!). Quindi quello è UN COLORE già presente… non si può sottovalutare!!!
Se il pavimento ha colori neutri non ci sarà problema, ma se per esempio hai un legno (o gress finto legno che sia) tendente al giallo se ne dovrà tenere conto!
Stesso discorso vale per i serramenti interni, certo decisamente più facili da colorare eventualmente, ma se non hai manualità, non hai voglia o sei in affitto e non puoi, non si può fingere che non ci sia.
Infine i mobili: se ne hai già e, comprensibilmente, non li vuoi cambiare anche quelli hanno un loro colore da tenere presente.
Presi questi colori già presente basterà fare i giusti abbinamenti (per analogia o per contrasto).
C’è anche un modo divertente per scegliere i colori (sia che cominci da zero che se hai i pavimenti, infissi e mobili):
usare una foto!
“Usare una foto? Ma perché?”
Te lo spiego subito… hai sotto gli occhi un milione di immagini ogni giorno, ce ne saranno di quelle che ti emozionano in maniera particolare, vero? Ecco prendi quelle e poi usa quei colori in casa tua!
Naturalmente se hai dei pavimenti, degli infissi o dei mobili, cerca tra le foto ami una che abbia anche quei colori (o molto simili).
E poi? E poi, se non hai programmi di fotografia prendi un programma su internet o una app sul cellulare che possa creare palette colori dalle foto! (esistono anche siti in cui ci sono palette colori già belle pronte… )
Per esempio ho fatto questa prova con una app del cellulare:

Vedi? Ti da anche il colore RGB (ovvero quando rosso, verde e blu ci sono) e anche da lì puoi arrivare, sempre con uno dei tanti programmi su internet, al colore NCS, Sikkens o Ral. Non solo ti da, per ogni colore anche il complementare e alcuni abbinamenti!

Se una foto ti ha colpito ti crea un’emozione te li creeranno anche i colori ripresi.
ATTENZIONE però! Bisogna saperli dosare!!! Non possono essere usati quantitativamente in maniera indifferenziata!
I colori neutri posso essere usati con più “leggerezza”, ma i colori più caratterizzanti vanno usati come colori accento a piccole medie dosi, calmierati e enfatizzati dai neutri (dal bianco in modo particolare). Servono a dare carattere, ma troppo possono poi stufare!
Resta che se non sei sicuro di come fare, se hai paura di sbagliare puoi sempre chiamarmi!

Se ti dovessi dire che la fotografia e la post-produzione di un interno cambia a seconda del pubblico a cui fai riferimento? Probabilmente mi risponderesti così:

“Mah… un interno è un interno, perché ci dovrebbe essere differenza?”

e posso perfettamente capire questo dubbio, perché è quello che io stessa avrei detto prima di specializzarmi nella fotografia d’interni!

Ora ti spiego come, pur trattandosi dello stesso “ramo” esistano delle differenze sostanziali nel modo di scattare e di post-produrre un immagine di un ambiente:

– shooting per vendere o affittare casa:
queste foto sono per un annuncio immobiliare e dovrai mostrare alcune caratteristiche della casa, come spazi e luminosità.
Ma se vuoi davvero fare la differenza dovrai suscitare delle EMOZIONI. Quindi prima di tutto dovrebbe esserci un minimo di scenografia alla base, ma in secondo luogo cercherai di dare il senso di calore… devi attirare le persone e farle desiderare di andare a vedere la casa pensando “questo potrebbe davvero essere il posto giusto per creare il mio rifugio, il mio nido!” .
E questo come lo fai? Facendo una particolare attenzione alle luci e ai colori sia quando scatti che dopo in post-produzione. Le immagini saranno tendenzialmente più “morbide” con sfumature tendenti a colori caldi.
Ho scritto “tendenzialmente morbide”, perché ogni casa ha la sua anima che va colta e valorizzata: ad esempio, l’altro giorno mi è capitato di fotografare un rustico, in questo caso vista la presenza di mattoni e tanti mobili in legno, ho appositamente enfatizzato questi elementi per far vivere la sensazione di “casa di una volta”, impressione che si avrà varcando la soglia di quella casa.

– Shooting per B&B, case vacanze, strutture micro-ricettive o Hotel:
queste foto sono fatte per siti, portali di prenotazioni e dovrai mostrare spazi e luminosità.
Ma questa volta, le emozioni, che pur devono esserci, saranno messe in secondo piano, perché la cosa più importante da far vedere è la “pulizia” e lo stato del locale.
Quindi, fatta la premessa che anche qui una scenografia sarebbe auspicabile, le luci andranno correttamente calibrate, mantenendo quel calore che ti da il benvenuto, ma che allo stesso temo ti faccia percepire la freschezza degli ambienti.
In questo caso sarà un’ottima cosa enfatizzare i mobili e i tessili utilizzati, tutto quello che fa percepire l’attenzione e la cura della stanza fatta per il turista o l’uomo (o donna!) d’affari.
Il messaggio che si deve trasmettere è “Qui sei il benvenuto… è tutto pronto, sistemato e curato per TE, affinché tu ti possa sentire bene”!

– Shooting per mostrare una ristrutturazione o una nuova costruzione:
queste foto sono più che altro fatte per far vedere la capacità di fare determinati lavori. Spesso le case non sono nemmeno arredate.

Spazi, luminosità ed emozioni passano in secondo piano, quello che bisogna valorizzare è la precisione del lavoro, la tecnica e il tipo di materiale usato!
Bisogna valorizzare questi elementi anche con fotografie di dettaglio!
L’immagine deve sottolineare la bravura, l’attenzione al particolare e anche la passione di chi ha lavorato, deve dire “puoi affidarmi casa tua, ad occhi chiusi, il lavoro eseguito sarà perfetto curato in tutto!”

– Shooting per rivista di settore:
in questo caso quello che conta di più è il design o la storia di chi l’ha pensata e realizzata.
Ogni rivista poi si occupa di un “campo”, diciamo così: quella che ti da spunti per sistemare casa tua e si concentrerà sugli spazi e i materiali, quella che si concentra sui rustici e le case di lusso, e ovviamente si concentrerà sul design…!

Vedi come, benché parliamo in maniera generica di interni, in realtà bisognerà sempre capire la finalità per cui vengono commissionato uno shooting!

Una foto non correttamente studiata potrebbe non produrre l’effetto desiderato, ecco perché un fotografo specializzato, ancora una volta, è la soluzione migliore, saprà fare la giusta foto e la giusta post-produzione a seconda dell’utilizzo che verrà fatta dell’immagine!

Qualche settimana fa ti chiedevo se eri pronto, visto l’inizio della stagione favorevole, ad accogliere i turisti nel tuo B&B (se ti sei perso l’articolo lo trovi qui).

Oggi voglio farti altre domande: come ti fai trovare dai clienti? Stai sfruttando al meglio tutte le possibilità per essere ben visibile, e soprattutto per risultare “l’unica scelta possibile” per chi decide di venire dalle tue parti?

“Come no! L’unica scelta possibile…! Mi fai ridere, hai idea di quanti concorrenti ho qui nella mia zona?!”

Appunto per quello ti sto facendo questa domanda cosa stai facendo per “sbaragliare” la concorrenza?

Dato per assodato che tu abbia davvero ogni curato dettaglio, come ti comunichi ai visitatori?

Sito, portali e pagina facebook, risultano indispensabili, ma, ammesso che li usi tutti, come lo stai facendo?

Perdonami, capisco che ti sto inondando di domande, ma credimi è importante che tu ti soffermi su ognuna di queste e ora ti dico perché.

Prima di tutto essere on line è un requisito NECESSARIO, ma non sufficiente se la tua presenza risulta statica, ferma.

Esempio: immagina un turista che vuole soggiornare qualche giorno dalle tue parti. Con tutta probabilità comincerà a cercare sui maggiori portali… tra le varie offerte ci sei anche tu, entra guarda le foto, ti trova interessante, quindi approfondisce la ricerca.

Prima di tutto guarda le recensioni… se ce ne sono di nuove la curiosità aumenta e le “barriere di diffidenza” cominciano a scendere, ma se le ultime stelline risalgono a un po’ di tempo fa, comincerà a storcere il naso.

Supponendo che l’interesse rimanga, a questo punto trova il sito che per sua natura è statico, con magari foto amatoriali, nessun blog, o con pochi articoli, magari datati.
Infine si sposta su Facebook (sempre che la pagina esista) e facilmente anche qui i post sono pochi, datati e magari non inerenti all’attività di B&B.

Cosa può pensare il turista in una situazione del genere? Probabilmente si chiederà se sei ancora in attività… sicuramente andrà oltre e cercherà un altro posto!

Cosa è importante fare quindi?

IL SITO: è importante, è il tuo biglietto da visita, devono esserci le foto (professionali) di tutte le stanze, i locali e gli esterni se presenti.

Le foto devono rappresentare quello che DAVVERO un visitatore troverà!

Può sembrarti una ovvietà, ma ti assicuro che molti comprano le foto da siti di fotografia, con amara delusione degli ospiti!

Aggiungi una sezione con le foto delle varie attività svolte, serve a far vedere che “siete vivi”!

Se ti piace scrivere aggiungi una sezione blog in cui racconti quello che succede nel tuo B&B, e magari degli eventi che si svolgono nelle vicinanze, soprattutto quelle meno conosciute, sono molti i turisti che amano le mete “meno battute”!

I PORTALI: il portale ti serve per le prenotazioni, ma ricorda sei uno in mezzo a tanti quindi qui più che altrove è importante avere foto professionali della tua struttura, foto che attirino l’attenzione tra le tante immagini presenti!

FACEBOOK (o social in generale, scegli quello che ti è più congeniale): per iper semplificare Fb può essere considerato una sorta di blog, con alcune possibilità in più, come organizzare eventi!
Qui devi raccontare, raccontare, raccontare! Anche e soprattutto con immagini!

“Si va beh! Ma io non ho mica tempo per tutto questo!!!”

In questo caso spera che non ce l’abbia nemmeno il tuo concorrente! Perché se no a breve ti farà mangiare la polvere!

Ora ti do un piccolo suggerimento: prima di tutto cura in ogni minimo dettaglio tutte le stanze, i locali e eventuali esterni. Poi fai fare foto professionali da mettere sul sito e sui portali.
(altro consiglio, cambia spesso i colori dei tessili, e, di nuovo, fai fare le foto… rendi anche il sito in qualche modo “dinamico” cambiando ad ogni stagione!)

Se non sei un gran scrittore puoi evitare il blog e aprire una pagina Fb in cui postare in maniera veloce, ma continuativa novità, eventi e percorsi interessanti nelle vicinanze… tutto quello che può incuriosire il turista.
Vedrà che non solo lo puoi ospitare egregiamente, ma che lo saprai consigliare per rendere il viaggio ancora più unico e indimenticabile.
Questo spesso fa la differenza e fa sì che tu venga percepito come “l’unica scelta possibile”!!

Non servono grandi cose sai? Ad esempio è arrivata la primavera e stai sistemando il dehor o il giardino per il turista? FAGLIELO SAPERE! Digli “sto preparando tutto affinché tu ti possa sentire BENE!”. Non ti servirà del tempo in più, basterà semplicemente far vedere quello che fai!

Vuoi una mano per rendere il tuo B&B un posto da sogno con fotografie che attireranno turisti come una calamita? Non esitare a contattarmi!