Per deformazione professionale spesso e volentieri faccio delle ricerche su internet per vedere come sta evolvendo il mercato turistico, nello specifico come si presentano negli anni le varie strutture che ospitano i turisti…

Mi capita spesso di vedere siti/pagine Fb/ portali con foto palesemente scattate anni fa e/o ambienti che risultano sempre uguali nel tempo…

Tu sei uno di quelli che ha gli interni esattamente come quando ha aperto anni fa?
Lo sai che questo è davvero deleterio?!

Dai l’impressione a chi sta cercando un posto dove soggiornare che non ti curi abbastanza della tua struttura e, siccome il cervello spesso fa dei paragoni, potrebbe pensare che non lo assisterai come si deve!

Potresti pensare che nessuno si accorga se le foto sono datate, ma saresti in errore, perché ormai fare una ricerca è un attimo e se della tua struttura vengono proposte sempre e solo le stesse foto significa che non hai cambiato nulla da molto tempo.

Anche che è già venuto più volte da te potrebbe stancarsi, perché, ammettiamolo, le cose sempre uguali dopo un poco stufano!

Quindi rinnovare, di tanto in tanto, i propri locali risulta una carta vincente perché apparirai sempre “nuovo” , terrai sempre accesa la curiosità dei tuoi clienti e romperai la monotonia…

ATTENZIONE NON STO PARLANDO DI RISTRUTTURAZIONI E CAMBI RADICALI!!
Me ne guardo bene! No, non intendo nulla di tutto questo.

Parlo di piccoli cambiamenti, come, se possibile, modificare la posizione di alcuni mobili.
Mi riferisco alla possibilità di cambiare i colori delle pareti e quindi di alcuni accessori come copriletti e cuscini.
Oppure puoi rinnovare le stoviglie! Anche questo farà pensare ad un’attenzione particolare per chi viene a trovarti!
Sono piccoli accorgimenti che ti permetteranno di risultare accattivante.

Stoviglie a parte, puoi, dopo un po’ di tempo, anche ritornare alle origini: rimettendo i mobili come quando hai aperto, ma magari coi colori alle pareti diversi…

Credimi le possibilità sono migliaia!

Non solo! Non è obbligatorio spendere sempre una fortuna!
Copriletti, cuscini, piccoli accessori ormai si trovano davvero di ogni prezzo. E quello che togli, come detto poco fa, potrai sempre riutilizzarlo negli anni!

Un’altra cosa positiva che questi cambiamenti comportano è che, naturalmente, li devi comunicare. Questo farà si che ti si vedrà sempre attivo, con una struttura dinamica e nessuno penserà “Chissà se è ancora aperto!”

Non aver paura di rinnovare, non stare fermo… fai evolvere sempre la tua struttura!

Se non sai bene da dove cominciare puoi richiedere la mia consulenza compilando il form qui sotto!

Inviaci email

L’altro giorno un’amica mi ha chiamata e per dirmi: “FINALMENTE VENDUTA!!! IN 20 GIORNI E SENZA RIBASSO DEL PREZZO!”

Perché “finalmente” se è riuscita a vendere in soli 20 giorni?

Te lo spiego immediatamente:

devi sapere che Lucia (nome di fantasia) aveva ereditato questo trilocale da una prozia. L’appartamento era ristrutturato, ma comunque molto piccolo, una delle due stanze, per esempio, non aveva la metratura adatta per essere una camera da letto e l’unico bagno presente era cieco.

Non volendo andarci ad abitare, Lucia pensò di metterlo in vendita. Sentendomi sempre parlare dell’importanza di valorizzare e sistemare gli appartamenti che si immettono sul mercato aveva deciso di sistemare la casa, ma di farlo da sola.

Infondo, ha pensato, che ci vuole? Un letto, una abbozzo di cucina, un divanetto, qualche cuscino colorato e un paio di candele… non è difficile!

Lucia sa di avere gusto e quindi si è buttata! Alcuni “trucchetti” li conosceva… le ho spesso raccontato delle mie giornate di allestimento, non solo, una volta era anche venuta a darmi una mano a sistemare le ultime cose! Quindi era convinta di esserne assolutamente in grado.

Finito il lavoro aveva scattato alcune foto e via lo aveva messo in vendita tramite un’agenzia.

Passati un po’ di mesi (quasi un anno per l’esattezza) l’agenzia, seppur rammaricata, le suggerì di abbassare il prezzo.

Luisa allora mi contattò!

“Ma mi hai sempre preso in giro? Questo home staging non funziona!!!! Guarda… ho fatto quello che fai tu eppure è passato quasi un anno e la casa è ancora invenduta!”

Ti dirò, la casa era carina, come ti ho detto Lucia ha gusto, e non era nemmeno un problema di prezzo, perché era assolutamente in linea con i prezzi di mercato.
Infatti aveva comunque ricevuto molte visite, che però si erano risolte con un nulla di fatto!

Il problema, quello vero, era IL TARGET!

Lucia aveva davvero fatto un lavoro di tutto rispetto, ma la casa si rivolgeva ad una famiglia, la stanzetta era stata sistemata come camera, ma questo non era affatto possibile!

E non ne faccio una questione di regolamenti (anche se…) ne faccio una questione di fruibilità! Una famiglia non sarebbe mai andata a vivere in una casina tanto piccola! La zona giorno andava bene per una, massimo due persone.

Qual’era il giusto target? Single, giovane coppia?

Il (o la) primo/a poteva anche essere, la seconda già molto più difficile, perché una giovane coppia solitamente pianifica di allargare la famiglia, quindi inutile prendere una casa piccolina se poi ti devi ampliare…

La risposta, in questo caso, era davvero molto semplice… un professionista, e in questo caso potevamo scendere ancora più nel dettaglio: un avvocato! Si perché a pochi passi dalla casa c’è il tribunale della città!

Cosa abbiamo fatto allora? Abbiamo tolto la casa dai portali per un mese, il tempo di dare una nuova sistemata all’alloggio!

Nuove foto professionali e via rimesso in vendita… a 5.000 euro in più della volta precedente!

Com’è finita lo hai letto all’inizio! (e sì è stato un avvocato a comprare!)

L’home staging è uno strumento potente, a prima vista può sembrare un “imbellettamento” fine a se stesso, in realtà nasconde dietro uno studio molto accurato.
I famosi “2 cuscini” non sono presi e messi a caso, ma hanno quella grandezza, quel particolare disegno e quel colore per un motivo!

Ogni dettaglio è curato e basta una cosa messa diversamente o con un altro colore che subito cambia tutto.
E’ una questione psicologica, che agisce sulle emozioni. Non si può fare a caso, se no non si otterranno i risultati desiderati!

Quindi se hai una casa da mettere in vendita, non perdere tempo in tentativi inutili e magari dannosi! Contatta una professionista!

Inviaci email

Dare carattere alla propria casa non è sempre facile.
Spesso si va in un mobilificio e si compra più o meno tutto l’arredamento nello stesso stile, e si dipingono le pareti solo di bianco, così si ha la certezza che tutto sia assolutamente armonioso!
E’ sbagliato? Assolutamente no, ci mancherebbe! Non ci sarà nulla che “disturba” né chi abita in casa, né chi viene come ospite.
La maggior parte delle volte, però, questa non è una scelta ponderata, bensì una NON scelta, la decisione più facile per non rischiare di sbagliare!
E questo è un peccato!!! Perché? Perché ci si stuferà molto presto! La casa, infatti, non rispecchierà a pieno il carattere di chi la abita!

Va da se che non si possono mettere tante cose, magari di diversi colori, in maniera del tutto casuale, il pugno in un occhio sarà davvero visibile e in qualche modo fastidioso.

Allora come fare per creare ambienti unici che davvero ci rispecchiano appieno?

Uno dei primi modi è il mix di stili, va fatto in maniera ponderata e studiata, ma può davvero dare dei risultati favolosi. Ne ho parlato poche settimane fa, se ti sei perso l’articolo lo trovi qui.

Un altro modo è il sapiente uso dei colori: le tinte hanno dei significati psicologici molto forti ed impattanti, saperli usare nelle giuste dosi e nei giusti ambienti può essere di aiuto per creare atmosfere suggestive ed accattivanti! (se vuoi saperne di più sulla psicologia dei colori clicca qui.

Personalmente sconsiglio l’utilizzo di mille colori diversi, benché in stanze diverse, e se proprio lo si vuole fare, allora vanno usati colori un poco desaturati per non appesantire troppo. E soprattutto va ricercato un filo conduttore che unisca questi ambienti dalle tonalità così diverse (in questo caso per esempio mantenere lo stesso stile dell’arredo risulta vincente!).

C’è poi da considerare di inserire qualcosa di Hand Made, qualcosa di fatto da se, di riciclato, ripreso, modificato… più personale di così cosa ci può essere?
Capisco che non sia sempre facile, ci vuole fantasia e manualità!
Per la manualità beh, non la si possiede si può facilmente trovare un buon artigiano che ci dia una mano. Per quanto riguarda la fantasia libri e riviste di settore, negozi di arredo, mercatini dell’antiquariato (non sottovalutateli, ci sono molte cianfrusaglie, ma capita di trovare delle cose molto interessanti!!!) sono fonti inesauribili di idee e spunti.

Attenzione però il rischio è che piaccia tutto e quindi di fare un potpourri tutt’altro che armonioso!
Ecco perché affidarsi ad un professionista della casa è la cosa migliore da fare: saprà ascoltarvi, capirvi e quindi dirigervi verso le scelte migliori per arredare casa vostra in maniera che vi rispecchi al 100%.
Lì vi sentirete SEMPRE a vostro agio e chi vi viene a trovare amerà la vostra casa quand’anche avesse gusti totalmente diversi, questo perché parlerà di voi!!!

Quindi se ti appresti ad arredare casa o se, proprio a causa di scelte sbagliate (o non scelte) vuoi modificare casa tua non esitare a contattarmi!!!!
Compila il form:

Inviaci email

Ti faccio una domanda per cosa usi la fotografia?!?:

  • Se sei un ristoratore/albergatore/host suppongo per fare vedere la qualità della tua struttura (sapendo che spesso, nella mente umana tale qualità sarà abbinata a quella del servizio fornito);
  • Se sei un geometra/architetto/costruttore sicuramente per fare vedere la tua bravura nella progettazione e realizzazione, e la tua professionalità anche nell’utilizzo dei migliori materiali e delle migliori tecnologie (farai infatti anche foto del “durante” la realizzazione);
  • Se sei un arredatore, per far vedere la tua professionalità, la tua bravura nell’ottenere ambientazioni ricercate e belle.
    Se vendi casa, la fotografia dovrà attrarre il probabile compratore per farlo scegliere la tua casa anziché quella “del vicino”;
  • Se hai un negozio d’arredo le foto servono per far vedere la qualità di ciò che vendi…

Il pubblico a cui rivolgersi è il primo step, che determina sicuramente già alcune scelte per quanto riguarda l’illuminazione (sempre da preferire ed utilizzare quella naturale, che però può essere anche accompagnata da quella artificiale… attenzione che bisogna saper gestire luci così diverse!), l’angolazione e l’altezza da cui scattare (eh sì anche la scelta dell’altezza cambia il risultato finale!).

Ma non basta! Dobbiamo attrarre l’attenzione, dobbiamo trasmettere una precisa emozione! Come si può fare? Con l’aiuto della COMPOSIZIONE, che non è solo sistemare gli oggetti (se fotografi un palazzo non puoi mica spostare nulla!), ma è anche cosa riprendere o meno nell’inquadratura, come usare le luci per “bilanciare” magari dei vuoti o per dare particolare importanza ad un determinato “soggetto”… e molte altre accortezze.

Questo comporta che, capito il pubblico, scelta la giusta angolazione e altezza da cui catturare la scena, deciso in linea di massima se utilizzare solo luce naturale o anche artificiale, poi dovrò addentrarmi nel dettaglio di quelle scelte, magari girandomi di qualche centimetro per non prendere (o al contrario per prendere un determinato oggetto o zona) sceglierò una profondità di campo maggiore o minore a seconda che io desideri che sia tutto perfettamente nitido o se preferisco esaltare un determinato dettaglio sfuocando il resto…
A volte si fanno anche delle prove, capita di avere un’idea precisa in testa che poi non rende come vorremmo e quindi si apportano alcune modifiche alle scelte fatte!

 

Ecco perché le foto che devi fare vanno studiate per dare il giusto significato, ecco perché non possono ridursi ad un “click e via” perché, come detto più volte, non solo si perderebbero in mezzo alle milioni di altre immagini che ci sono sul web, ma, quand’anche fossero viste, non susciterebbero quella REAZIONE EMOTIVA che ti permetterebbe di emergere come “unica soluzione possibile” per quello che un cliente sta cercando!

Inoltre otterremo un risultato migliore (ovvero riusciremo a suscitare un’emozione più forte) quando riusciamo, con gli scatti, a raccontare una storia:
– quello che vivrai se vieni in quel hotel/B&B/casa;
– La fatica e lo studio dietro a quella realizzazione;
– la ricerca e la cura di ogni dettaglio;
– immaginare la propria vita in quella casa;
– la professionalità del servizio e la qualità dei prodotti.

Non è una cosa semplice, è qualcosa che chiede studio e dedizione, non a caso il servizio fotografico richiede tempo, così come la post produzione dopo. Sono ore e ore di lavoro per un risultato impeccabile.

 

Quindi che fai? Vuoi continuare con fotografie sempre uguali che non portano a nessuna reazione perdendo così potenziali clienti (e quindi soldi) o vuoi finalmente cominciare a fare qualcosa per il tuo business?

Non aspettare oltre contattami compilando il form qui sotto:

Inviaci email

Non si può piacere a tutti! Prima lo si capisce meglio è per gli affari!
Che cosa intendo?
che tu abbia un B&B, un hotel, una casa per le vacanze o per gli affitti brevi devi sapere fare attenzione ai bisogni di chi sceglie di soggiornare da te e per farlo devi capire qual è il target giusto a cui rivolgerti. Per aver successo il segreto è tutto lì: capire a chi rivolgersi e concentrarsi SOLO su quella fascia di mercato!

Sì lo so, ora mi dirai “se mi concentro solo ed esclusivamente su un tipo di persona avrò meno ospiti e i miei guadagni crolleranno!”

Non è così e te lo dimostro: supponiamo che la tua struttura/casa sia adatta ad una famiglia, perché ha un parco giochi (o ne ha uno molto vicino) la casa o le stanze saranno studiate ad hoc, con decorazioni e colori adatti anche a bambini e ragazzi.
la comunicazione sui siti tra foto e descrizioni sarà specifica per famiglie che venendo troveranno quello di cui hanno bisogno per un soggiorno piacevole e rilassante.
Certo, coppie e single magari non verranno, ma è decisamente un vantaggio, sai perché? Perché se venissero, non sapendo che è un posto “per famiglie” e si ritrovassero tanti bambini festosi (e urlanti, com’è giusto che sia) potrebbero non gradire e lasciare una recensione negativa… è quello che vuoi?

Ancora, supponiamo che la tua struttura sia in una zona dove ci siano dei bellissimi percorsi ciclabili, metterai magari a disposizione delle biciclette da noleggiare, darai delle piantine coi più bei tragitti da seguire, sui muri magnifiche foto di ciclisti famosi, di oggi e di ieri, oppure dei posti che ci sono nei dintorni, magari con aneddoti di ciclisti che sono passati di lì… magari ci aggiungi una colazione specifica per sportivi e il gioco è fatto!

Un altro esempio? Gli amanti degli animali… se ti rivolgi a loro, farai in modo che possano trovare tutto l’occorrente per i loro amati amici, rendendo felici entrambi!

Se ti rivolgi ad un pubblico specifico, ogni dettaglio sarà STUDIATO per regalare a chi ti sceglie un ESPERIENZA indimenticabile. Questo farà sì che le persone torneranno da te e ti consiglieranno a tutti gli amici e parenti…
E gli altri?
non è detto che non ti scelgano lo stesso, ma sapranno a cosa vanno in contro!

Io, per esempio, non sono una ciclista, ma mi intriga molto e potrei comunque decidere di venire da te e provare questa esperienza! Se non mi piacesse non te ne farò una colpa, perché sapevo che ti rivolgevi ai quel target!

Avere una struttura più o meno neutra, potrà certamente andare bene, e magari non porterà a recensioni negative, ma non regalerà quell’emozione, quel brivido che spinge a lasciare una recensione positiva, a voler tornare e a consigliare.

Siamo sempre lì… saresti uno dei tanti sul mercato, scelto solo ed esclusivamente in base al prezzo vantaggioso! Sarebbe una continua lotta e se il “tuo vicino” abbassasse i prezzi resteresti subito fuori dal mercato!

Quindi se vuoi emergere, cerca di capire dalla posizione e configurazione della tua struttura il target migliore, studia arredi, colori, decorazioni e tutto il necessario per quel pubblico esclusivo, fai delle foto professionali da mettere sul sito e sui vari portali, corredato da una comunicazione chiara e specifica… vedrai raddoppiare le prenotazioni!

Se non sai bene da dove cominciare puoi richiedere la mia consulenza compilando il form qui sotto!

Inviaci email