Hai scelto di ristrutturare casa? Prima di fare ogni altra cosa, leggi fino in fondo questo articolo.

Ti sarà estremamente utile per capire come evitare 4 errori così comuni da essere commessi da quasi la totalità delle persone.

Ristrutturare casa è un passo importante.

Non pensi che possiamo equipararlo all’acquisto di una casa?

Del resto parliamo di una spesa non indifferente per ottenere un ambiente nel quale amerai vivere.

Non ti suona familiare? Proprio così, è molto simile all’acquisto di una casa!

E sono certa che, prima di acquistare casa, tu ti sia fermato a ragionare, riflettere, studiare la situazione.

Non volevi commettere errori.

E allora, se la ristrutturazione è così simile a un acquisto, sei d’accordo con me quando dico che dovresti utilizzare cautela?

Naturalmente, non sto cercando di spaventarti, sto semplicemente provando a farti evitare di lasciarti prendere dalla fretta, così che tu non cada in alcuni comunissimi errori.

Errori che ti costeranno molto.

Nei miei 4 anni nel mondo immobiliare, ne ho viste davvero di tutti i colori.

Ma sono 4 gli errori che vengono quasi sempre commessi.

Eccoli qua:

1) Non avere un progetto completo PRIMA di cominciare i lavori

Hai mai pensato a quanto sia importante avere un piano d’azione che copre ogni minimo particolare?

Pensare a tutti i singoli dettagli dei lavori da effettuare ti mette al riparo da sgradite sorprese… quelle che poi ti costeranno degli extra.

Nello specifico, per farti qualche esempio, dovrai avere chiara la tipologia di pavimentazione, di rivestimenti, di sanitari, di illuminazione e, addirittura, anche gli arredi.

Proprio così.

Pensa a cosa accadrebbe se non progettassi da subito la cucina, completa di ogni suo arredo.

Non avresti un’idea precisa di dove inserire gli attacchi.

Non trovi che questo causerebbe un rallentamento dei lavori?

Se non hai un piano ben definito, il cantiere sarebbe costretto a fermarsi più volte, perdendo molto tempo.

Sai cosa accade quando perdi del tempo? I costi lievitano, esattamente.

E, allora, perché non perdere qualche settimana prima per dare vita a un progetto che copra la ristrutturazione nella sua interezza?

2) Includere i materiali nel preventivo

Molto spesso, quando ti viene preparato un preventivo per i lavori, vengono inclusi anche i materiali: mi riferisco alle piastrelle, porte, sanitari, finestre, e così via.

Ma sai cosa succede quando hai in mano un preventivo che comprende anche i materiali?

Tendenzialmente, 2 cose.

E NESSUNA di queste è vantaggiosa per te. Anzi.

–> le tue possibilità di scelta sono molto limitate.

L’impresa o l’artigiano a cui ti sei rivolto, con tutta probabilità, ti mostrerà i materiali proposti dai loro fornitori di fiducia.

Insomma, quelli che a loro propongono prezzi di favore (ma non sperare che quel prezzo di favore ti verrà riconosciuto).

Così, ti ritroverai con una scelta limitata.

In sostanza, qualcun altro sta scegliendo per te.

–> rischi di pagare di più.

Verosimilmente, ti verrà proposto un materiale di fascia medio-alta e tu, che ancora non hai ben chiaro cosa vorrai inserire nella tua abitazione, non potrai far altro che accettare.

Se, poi, verranno inseriti materiali di seconda fascia, credi davvero che ti verrà proposto uno sconto?

No, non accadrà.

Quindi, cosa puoi fare?

Visita tu stesso i vari rivenditori.

Certo è un processo più lungo (e a tratti noioso!) ma i vantaggi saranno enormi.

Potrai toccare con mano ciò che sarà inserito in casa, avrai una scelta enorme e, soprattutto, esattamente ciò per cui paghi!

Sarai in pieno controllo e non nelle mani di un’impresa.

Non male, vero?

3) Programmare consegne e traslochi troppo presto

Un bel modo per buttare via soldi è quello di programmare consegne e traslochi per le date di fine lavori che ti sono state promesse dal costruttore.

I ritardi nei cantieri sono all’ordine del giorno, sei davvero sicuro che proprio il tuo sarà in perfetto orario?

Un ritardo è certamente un’enorme seccatura: non vedi l’ora di vivere la tua nuova casa ma sei costretto ad aspettare.

Non pensi che sarebbe molto meglio evitare di aggiungere a questa seccature delle spese extra?

Immagina come ti sentiresti se, oltre a dover aspettare più del dovuto, fossi costretto a pagare delle penali per avere disdetto il trasloco o a spendere degli extra per dei servizi di deposito materiali/arredo.

Quello che puoi fare è farti dare una serie di scadenze all’interno del lavoro e vedere se vengono rispettate.

Così, puoi valutare lo stato dei lavori.

Se ci sono dei ritardi su questa tabella di marcia, aspetta!

Potrai organizzare consegne e traslochi quando manca un mesetto alla fine dei lavori.

4) Non avere uno stato avanzamento dei lavori dettagliato, compreso degli extra

Mettilo in conto: è possibile che siano necessari dei lavori extra per portare a termine il tuo progetto di casa.

Nel momento in cui vai a fare operazioni di ristrutturazione, è possibile incappare in problematiche non preventivatili.

Oppure, sei tu a cambiare idea su alcuni aspetti e questo rappresenta un extra.

In ogni caso, chiedi che i conti vengano sempre aggiornati, includendo ogni tipo di extra.

È molto facile ritrovarsi con un conto salatissimo a sorpresa, dopo avere ignorato qualche extra che si riteneva minore.

Avendo tutto sott’occhio, invece, avrai sempre la possibilità di scegliere consapevolmente se proseguire in quella direzione oppure di rinunciare ad alcuni lavori o risparmiare sui materiali.

Allora, dimmi la verità: anche tu stavi rischiando di commettere questi errori?

Non preoccuparti, è normale, non si ristruttura casa tutti i giorni, ma io sono qua proprio per aiutarti.

Se devi ristrutturare casa e hai paura di incappare in costi nascosti, di quelli che possano coglierti di sorpresa, puoi anche chiedermi una consulenza privata.

Un piccolissimo investimento il cui prezzo è di gran lunga inferiore a ciò che spenderai se scegliessi di fare tutto da solo.

Immagina quanto sarebbe bello vivere in totale serenità un momento eccitante ma stressante come la ristrutturazione di casa.

Avresti la certezza di avere al tuo fianco una professionista che lavora nel TUO interesse.

Come puoi fare per garantirti la possibilità di vedere nascere la tua nuova casa esattamente come la desideri e senza costi nascosti?

È molto semplice!

Ti basta mandarmi un messaggio, ti aspetto!

Molte persone pensano erroneamente che la propria abitazione possa contenere un unico stile.

E, in effetti, sembra avere senso se ci rifletti per un secondo.

Com’è possibile unire, per esempio, uno stile moderno a uno più rustico?

Il rischio è quello di creare un vero caos, vero?

Tutto corretto! All’apparenza…

E se ti dicessi che le cose non stanno proprio così?

Sapevi che, invece, è possibile mischiare più stili?

Anzi, molto spesso è una scelta quasi obbligata per creare uno spazio in cui vivere che ti faccia sentire a casa, accolta.

Un luogo nel quale non vedi l’ora di rientrare.

Perché la tua abitazione ti faccia sentire “a casa” e accolta, non è sufficiente inserire qualche mobile qua e là.

È necessario, piuttosto, creare un ambiente che rispecchi la tua personalità.

Pensa quanto sarebbe bello poter pranzare insieme alla tua famiglia in una domenica primaverile, avvolta da un’atmosfera che senti tua.

O, ancora, spendere un pigro pomeriggio di una domenica uggiosa nel tuo salotto e percepire che è esattamente lì che vorresti essere.

Una cosa che spesso viene sottovalutata è che la nostra personalità non è univoca.

In noi risiedono più aspetti, più sfaccettature.

Per questo motivo, talvolta, non siamo attratti da un unico stile ma da più, anche molto diversi tra loro.

È normale e, per dare vita alla casa dei tuoi sogni, devi assolutamente tenerne conto.

Per me è fondamentale costruire un ambiente che non sia soltanto esteticamente gradevole ma che rispecchi la personalità di una persona.

Così, buona parte dei primi appuntamenti con le mie clienti sono una lunghissima chiacchierata per comprendere la persona che ho davanti.

E, sempre più spesso, capisco che devo riuscire a raccontare più sfaccettature di una sola personalità.

Come si fa?

È facile: basta mixare gli stili!

Ma fai bene attenzione, è molto semplice finire col creare un potpourri non ben definito (e che, quindi, ti farà solo sentire confusa e non a casa).

La parola chiave per mixare gli stili è EQUILIBRIO.

È  necessario trovare un filo conduttore tra i vari stili e ambienti della casa.

E ci sono 2 modi per farlo:

1) COLORE

Avevi idea di quanto il colore possa mettere in connessione situazioni che sarebbero altrimenti molto differenti tra loro?

Arredamenti diversi possono convivere perfettamente se accumunati da un unico colore o dalle diverse nuance dello stesso colore.

Potrai spezzare con piccoli tocchi di colore accento: puoi sfruttare i tessili, come i cuscini.

Ma senza mai esagerare: è pur sempre un ambiente con più stili!

2) ACCOSTARE

Altro metodo per far coesistere due stili diversi è quello dell’accostamento.

A uno stile principale (introdotto dalla maggior parte dell’arredamento) potrai accostare elementi di stacco, con uno stile diverso (in presenza minore).

Aspetta, ti faccio un esempio così è chiaro

Diciamo che hai scelto uno stile moderno per casa tua.

Ma ti sei innamorata di un grande tavolo antico di legno…

No, non devi per forza rinunciarci!

Puoi inserirlo e accompagnarlo a delle sedie moderne.

Lo avresti mai detto?

E no, non devi mettere da parte i ricordi di famiglia o dei tuoi viaggi, possono entrare a fare parte dei tuoi ambienti.

Sempre a patto che ci sia un tratto d’unione negli accostamenti.

In particolare, quando giochi con più stili diversi è estremamente facile cadere in errore e ritrovarsi con un grande misto indefinito di situazioni.

Che gran confusione ne verrebbe fuori!

Sono necessari interventi mirati e delicati.

Hai bisogno di una mano per comprendere come rendere la tua casa più accogliente?

Ti basta mandarmi un messaggio, sono a tua disposizione!

Insieme potremo creare un piccolo mondo perfetto, nel quale non vedrai l’ora di rientrare ogni volta che dovrai uscire!