Articoli

Ed eccoci arrivati al periodo dell’anno in cui si parla di nuovi trend per l’anno successivo e del colore dell’anno 2022!

Tra poco uscirà il colore dell’anno di Pantone, certamente tra i più famosi e più atteso, ma, come dicevo già l’anno scorso, quando si parla di colori, ci sono altri brand che sono specializzati in tinte per la casa e che dicono la loro!!

In generale le varie tonalità di verde sono davvero il trend per il 2022, sono colori che vedremo davvero molto spesso abbinati all’interior!

– BENJAMIN MOORE: OCTOBER MIST

Partiamo da questo brand, molto apprezzato per la qualità delle sue tinte.

Il colore dell’anno 2022 è un verde molto naturale e quasi organico, davvero delicato e caldo, rilassante ed invitante!

(credit: Benjamin Moore)

Si abbina tranquillamente ad ogni stile e si può usare in tutti gli ambienti della casa e, grazie alla sua delicatezza, può essere usato su tutt’e quattro le pareti senza soffocare!

Naturalmente puoi usarlo anche come mobili e complementi, ma non esagererei mai in questo senso, perché cambiare tinta alle pareti è un conto, ai mobili un altro!!

(credit: Benjamin Moore)

Come ogni anno, il colore dell’anno viene inserito in una intera palette di ben 14 colori.

(credit: Benjamin Moore)

Come puoi vedere ci sono molti altri verdi in questa palette, a sottolineare come questa tendenza stia diventando sempre più sentita.

Troverai anche l’Hint of violet che è l’esatto complementare dell’october mist, un viola davvero molto delicato che, accoppiato con il colore dell’anno crea davvero un contrasto soft, ma suggestivo.

Il giallo Luna Pale e il rosso Wild Flower sono colori che aiutano a dare un po’ di vivacità, mentre il blu Mysterious, lo dice il nome stesso crea un po’ di fascino misterioso!

(credit: Benjamin Moore)

(credit: Benjamin Moore)

– SHERWIN WILLIAMS: EVERGREEN FOG

Anche Sherwin Williams propone, come colore dell’anno 2022, un verde un poco più profondo di quello di Benjamin Moore, è un verde che regala sensazioni di calma e serenità.

(credit: Sherwin Williams)

La presenza di grigio nella tinta lo rende un verde tendente al neutro, quindi può essere la scelta giusta se sei una persona che usa molto i neutri puri, per buttarti anche sul colore!

Anche questo colore è un colore che si può usare in tutti le stanze della casa creando ambienti davvero rilassanti.

Non soffoca se usato su tutte le pareti, ma lo si esalta se lo si usa su una parete sola creando un punto focale!

(credit: vintagerevivals.com; Sherwin Williams)

Quest’anno Sherwin Williams non propone una palette, ma un suggerimento di abbinamenti con altri colori che produce.

(credit: Sherwin Williams)

Uno di questi è lo Urban bronze che è il colore dell’anno 2021.

– PPG: OLIVE SPRIG

Anche per PPG il colore dell’anno 2022 è un verde, caldo, rassicurante e sofisticato.

(credit: PPG)

Come quello di Sherwin Williams ha una componente grigia che lo avvicina ai neutri.

Come si intuisce dal nome richiama le sfumature dell’olivo e tutto il potere calmante di questa tonalità!

(credit: PPG)

PPG abbina poi questo colore con 3 diverse palette:

1 – INVALUABLE

Tinte scure, raffinate, insomma una colore palette elegante che ammicca alle tradizioni!

(credit: PPG)

2 – INTROSPECTIVE

Tinte morbide e delicate che rendono gli spazi accoglienti e rilassanti!

(credit: PPG)

3 – INSPIRED

Colori vivaci e vibranti, per ambienti che possano regalare energia e positività!

(credit: PPG)

– FARROW & BALL

Questo brand, come suo uso, non propone un solo colore dell’anno ma ben 5

1 – BREAKFAST ROOM GREEN

Non poteva mancare il verde!

È un verde allegro e vivace, anche se non eccessivo, che viene esaltato da qualunque tipo di illuminazione, dalla luce diretta del sole alla soffice luce delle candele.

(credit: Farrow & Ball)

2 – BABOUCHE

Babouche prende il nome dal colore distintivo delle pantofole in pelle indossate dagli uomini in Marocco.

Ha una luminosità allegra che si intensificherà se utilizzata in grandi aree, ma che resta sempre e comunque dignitosa e mai sgargiante.

(credit: Farrow & Ball;oldbrandnew.com)

3 – SCHOOL HOUSE WHITE

Sembra bianco quando è in ombra, ma non è un bianco puro.

È un colore morbido, sobrio, senza tempo e familiare.

Non ha sottotoni freddi, quindi è un bianco caldo e avvolgente.

(credit: Farrow & Ball)

4 – STONE BLUE

È un blu caldo e senza tempo, ma vivace!

Grazie al suo sottotono caldo si abbina perfettamente ad altri colori caldi come rossi, gialli e arancioni.

(credit: Farrow & Ball)

5 – INCARNADINE

È un cremisi molto ricco, classico e davvero glamour.

Può avere un effetto sontuoso se accostato ai marroni o grafico e intenso se abbinato ad un bianco brillante!

(credit: Farrow & Ball)

Hai già il colore verde in casa? Ti piace?!

C’è un colore, tra questi che ti ha colpito?

Fammelo sapere nei commenti!

Se hai bisogno di una consulenza colore per la tua casa non esitare a contattarmi!

Come abbinare i colori per creare una palette che renda gli ambienti di casa unici?

Vediamolo insieme!

Il colore è un elemento davvero potente con una forte valenza psicologica (lo racconto qui) che da la possibilità di esprimere la propria personalità!

sapere abbinare i colori in casa ti permetterà di vivere al meglio ogni ambiente perché ti sentirai sempre rappresentata!

UN PO’ DI TEORIA

Partiamo dalla teoria del colore che divide in tre categorie tutti i colori:

colori primari: rosso, giallo e blu
sono colori che non si possono ottenere mescolando altri colori.

colori secondari: arancione, verde e viola,
si ottengono mescolando insieme 2 colori primari (il verde, ad esempio si ottiene mescolando insieme giallo e blu!)

colori terziari: sono i sei colori che si ottengono mescolando un colore primario con un colore secondario adiacente.

Queste tre categorie di colori, messi insieme formano quello che viene chiamata la ruota del colore ed è quella che useremo per capire come abbinare i colori al meglio!

PICCOLA PREMESSA

Prima di vedere le varie combinazioni possibili vorrei anche dare una brevissima spiegazione di alcune terminologie che vengono usate quando si parla di colore:

saturazione: indica l’intensità e la forza del colore.
Potremmo dire che indica il colore nella sua forma più pura, più un colore è saturo più sarà vivido e brillante, meno è saturo più sarà tenue, smorzato… tendente al grigio!

tonalità: è il colore puro.

tinta: è un colore a cui è stato aggiunto del bianco, che quindi è stato schiarito.

tono: è un colore a cui è stato aggiunto del grigio.

sfumatura: è un colore a cui è stato aggiunto del nero.

Nella ruota colore troviamo, per ogni colore la sua tinta, il suo tono e la sua sfumatura.

Infine i colori vengono ancora suddivisi in colori caldi e colori freddi:

– i colori caldi vanno dal giallo al viola-rosso e sono definiti così perché associati al calore del fuoco e del sole.

– i colori freddi vanno dal viola al verde-giallo che sono così definiti perché associati al mare, al cielo e ai ghiacciai.

E ORA VEDIAMO COME ABBINARE I COLORI IN CASA

Fatta questa doverosa premessa vediamo ora i vari abbinamenti possibili!

1) Abbinamento per MONOCROMIA:

Si sceglie un unico colore, ma di questo si usano le varie tinte, toni e sfumature.

È uno schema che decisamente enfatizza molto quel colore!

Per non rischiare di cadere nel monotono ti consiglio di giocare con fantasie, tessuti e superfici differenti per aggiungere movimento!

Inoltre ricorda di aggiungere anche tessuti naturali o metalli per dare maggior tridimensionalità.

(credit Elledecore.com)  

(credit posterstore.co.uk)

2) Abbinamento per ANALOGIA

           

Scelto un colore si abbinano quelli che stanno subito a destra e a sinistra sulla ruota del colore scelto.

Questi colori vengono anche chiamati colori adiacenti.

Avendo la stessa sotto-tonalità daranno un senso di armonia allo schema colore.

Esiste anche l’analogia estesa ovvero abbinare i primi due colori a destra e a sinistra del colore scelto.
Questo tipo di abbinamento renderà lo schema colori un po’ più dinamico rispetto all’analogo puro.

(credit AD)

   

(credit eminza.it)

3) Abbinamento per COMPLEMENTARI

In questo tipo di abbinamento vengono scelti i colori che si trovano ai poli opposti della ruota del colore.

È un abbinamento decisamente dinamico, dal forte contrasto è buona norma quindi usarlo a piccole dosi o almeno calmierarlo con dei colori neutri!

(credit 4betterhome.com)

(credit countryliving.com)

4) Abbinamento per COMPLEMENTARI DIVERGENTI

È l’abbinamento di un colore con i due colori che stanno alla destra e alla sinistra del complementare diretto.

Anche in questo caso calmierare il contrasto con dei neutri risulta una buona norma!

(credit welovehomeblog.com)

(credit thekitchn.com)

5) Abbinamento TRIADICO

Come per l’abbinamento per analogia o per complementari divergenti vengono usati 3 colori che si ottengono disegnando un triangolo equilatero nella ruota dei colori.

I colori primari e i colori secondari formano, tra loro, un triadico!

Questo è un abbinamento dinamico e spesso insolito!

(credit homedit.com)

(credit homedit.com)

 

C’è una piccola regola che potrebbe essere utile per abbinare al meglio i colori di questi vari abbinamenti: ovvero la regola del 60-30-10.

Significa scegliere un colore come colore “dominante” e usarlo al 60% nella stanza, magari sulle pareti e negli elementi più grandi.
Un altro colore sarà secondario e usato al 30% magari nelle tende e in oggetti meno grandi come un pouf.
Infine, un colore verrà usato come colore “accento” nei cuscini e negli oggetti.

6) Abbinamento TETRADICO

È un abbinamento a 4 colori che si ottiene disegnando un rettangolo o un quadrato nella ruota colore.

Non è un abbinamento facile, potrebbe dare dei risultati gradevoli, mail rischio di un risultato chiassoso e sgradevole è dietro all’angolo!

(credit nzawa)

(credit Ingrid Rasmussen)

PICCOLI SUGGERIMENTI:

– non è necessario che sia tutto coloratissimo, se sei una persona che ama i neutri, ma sei attirata da questi schemi colori puoi inserirli in piccoli elementi, nelle decorazioni, come quadri e cuscini, nei tessili e in altri oggetti.

– con accortezza e parsimonia si possono combinare alcune palette, per esempio in un ambiente prevalentemente monocromatico potrai decidere di dare brio con oggetti e decorazioni che abbiano un’altro tipo di palette, magari complementare!

– se hai colori differenti nelle varie stanze, lega i vari ambienti con un colore accento, farà da filo conduttore rendendo i vari ambienti più armoniosi e bilanciati

Per qualunque dubbio scrivimi nei commenti o non esitare a contattarmi!