Portare benessere in casa

Portare benessere in casa è essenziale per rendere questi ambienti luoghi felici in cui rifugiarsi e ricaricarsi!

Sono  molti i fattori che influenzano il comportamento umano, e l’ambiente dove si vive, così come quello in cui si lavora, sicuramente può influire sul nostro modo di agire.

Se sull’ambiente in cui lavoriamo, a meno di non essere gli imprenditori/proprietari, possiamo fare poco, molto possiamo e dobbiamo fare per le nostre case!

È necessario creare ambienti che ci rappresentino, ambienti in cui ci piaccia stare, perché ci rendono felici!

Vediamo, quindi, 5 aspetti fondamentali per portare benessere in casa…

1 – SENSAZIONI / EMOZIONI

Quando decidi di progettare la tua casa o anche solo una stanza per prima cosa devi avere bene a mente 2 cose:

– che attività svolgerai in quello spazio

– che sensazioni ed emozioni vuoi provare quando sei lì!

Può sembrare sciocco, ma è da questi due punti che sceglierai i vari arredi, il loro materiale, la loro distribuzione nella stanza e i colori da usare!

Facciamo un esempio il salotto: è senza dubbio un posto dove si vuole stare tranquilli e rilassarsi, ma anche un posto dove possiamo incontrare gli amici senza troppe formalità!

2 – SPAZIO

Oggi giorno, la società va sempre più veloce ed è sempre più interconnessa, è importante quindi, soprattutto se non si vive da soli, cercare di creare degli spazi in cui ti possa sentire “isolata” da tutto e da tutti!

Questo vale sia per prenderti un momento per te stesso, sia per poterti dedicare a qualunque attività, come lavoro o studio, senza essere disturbata e senza troppe distrazioni!

Per questo motivo multifunzionalità degli ambienti e separazioni acustiche tra le varie stanze saranno sempre più rilevanti!

Inoltre, per riprendere il primo punto, sarà importante arredare in maniera funzionale ogni ambiente in modo da potersi muovere con fluidità e gestire le varie occupazioni facilmente!

3 – MATERIALI E ARREDI

La casa deve essere il tuo nido, è quindi essenziale cercare di preservarla!

Per questo motivo è importante scegliere mobili e materiali di qualità che durino nel tempo!

Oltre alla durevolezza dei materiali sarà molto fondamentale anche conoscere la loro provenienza e l’eventualità dannosità!

Pitture e tessuti, in particolare, potrebbero avere tossine dannose che rilasciano nell’aria.

Questo aspetto è considerevole per la tua salute e decisamente non è un aspetto da sottovalutare!! (parlo di questo e molto altro in quest’intervista fatta a Carla Spessato, Consulente eco-creativa).

Cercare materiali e mobili duraturi inoltre ti renderà più ecosostenibile, non solo nei confronti della natura, ma anche per il tuo portafoglio!

Se sei una persona che ama cambiare e/o seguire le mode fallo con le piccole cose come tessili e decorazioni!

4 – NATURA

Scommetto che quando hai la possibilità di immergerti in mezzo alla natura ti senti bene e rilassata!

Ed ecco quindi che portare la natura in casa è indispensabile per poter ricreare quelle sensazioni!

Piante e fiori apportano profumi e texture che rendono l’ambiente più confortevole, perché ci riporta appunto alla natura!

Ma, come ormai sai, sono anche salutari perché molte di loro purificano l’aria!

Lo so non è sempre facile accudire le piante, io lo ammetto, sono una vera schiappa, ma ce ne sono di relativamente semplici da curare (lo accenna qui Simona Borgia Giardiniere Urbano)

5 – COLORI

Potevo non parlare di colori parlando del benessere in casa?

Ormai te l’ho ripetuto fino alla nausea: i colori hanno una forte valenza psicologica e quindi possono influenzare il nostro umore! (trovi il video qui!)

Quindi, nel creare la palette colori, è importante che tu valuti con attenzione le sensazioni che ti danno i colori senza limitarti al fatto che un colore ti piace tanto!

Fai una palette colori generale, per l’intera casa e poi declinala nelle varie stanze per poter provare emozioni diverse!

Mi spiego: ipotizziamo che nella tua palette colori ci siano il verde e l’arancione, essendo il verde colore molto rilassante, magari lo userai in maniera predominante (il famoso 60%) in salotto e in camera, mentre l’arancione che è un colore più vivace lo userai in cucina o in sala da pranzo…

 

Spero che questo articolo, su come portare benessere in casa, ti sia stato utile, fammi conoscere la tua opinione nei commenti!

Se vorrai condividere l’articolo con qualcuno a cui pensi possa interessare ne sarò onorata e mi aiuterai a farmi conoscere!

Se, invece, hai dei dubbi e vuoi una consulenza per casa tua non esitare a contattarmi!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *