Un paio di settimane fa Lucia si è rivolta a me perché aveva ricevuto in eredità un graziosissimo bilocale in zona semicentrale della sua città, arredato… aveva provato a metterlo in affitto, ma non riusciva a trovare un inquilino.

Sono andata a fare un sopralluogo.

Di per se l’alloggio era carino, ma aveva un vecchio divano un poco malconcio, un lampadario in sala semirotto, mancava il materasso sul letto… nonostante un bellissimo armadio su misura era un alloggio che potremmo definire un poco “trasandato”.

Il prezzo richiesto per l’affitto teneva conto della posizione favorevole e del fatto che non ci fossero lavori da fare (anche l’imbiancatura era recentissima), ma non dello stato di fatto degli arredi.

Questo significava che chi si “sarebbe accontentato” magari non poteva permettersi quel canone, e chi invece avrebbe avuto i mezzi, certamente non voleva pagare quella cifra per un appartamento non “perfetto”!

Le persone sono sempre più esigenti, qualche anno fa, forse anche perché in giro non c’era moltissima scelta, se prendevi in affitto una casa ammobiliata ti accontentavi di quello che c’era, spesso trovavi la “casa della nonna” o, forse fin peggio, un mix di stili messi insieme per sgomberare le proprie case o cantine.

Oggi non è più così, finalmente si comincia ad aver un poco più cura degli alloggi da affittare e chi cerca vuole qualcosa  che, sì, sia semplice, ma curato, dove potersi sentire bene.

Spesso le persone che cercano case ammobiliate lo fanno perché non è la loro “destinazione definitiva”, e ovviamente comprare mobili che poi non si sa se andranno bene in un’altra casa (oltre allo stress e al costo di un trasloco) non è sempre la scelta preferita. Non per questo, come detto, devono rinunciare al confort! Quindi offrire un prodotto migliore è una decisione vincente!

“Si ma poi non so chi mi entra in casa, rischio che mi rompa tutto!”
capita che mi si faccia questa obbiezione… E’ abbastanza ovvio che non si possa mai garantire per nessuno e che questo rischio ci sia, è pur vero che la frase “il bello attrae il bello” è abbastanza veritiera, quindi se si trova qualcosa di carino e confortevole si ha la tendenza ad averne cura.
Allo stesso tempo siccome appunto la certezza matematica non si ha mai, si faranno interventi al minimo del costo, e non si metteranno certo pezzi costosissimi di design (va da se che parlo di alloggi “normali” non di lusso… lì il target è diverso!)

Detto questo Lucia ha accettato il mio aiuto per ammodernare e migliorare un poco l’alloggio:
ho mantenuto la cucina praticamente tutto, ho cambiato divano e lampadari, aggiunto il materasso, spostato le cose affinché fossero più funzionali e colorato, insieme ad una collega, sedie, tavolo e tavolini per renderli più attraenti. Tende e decorazioni sono stati la ciliegina sulla torta.

Questo è il risultato:

Grazie all’aiuto di un valido agente immobiliare l’alloggio è stato affittato alla prima visita!!!

Curare una casa da dare in affitto significa avere sempre un inquilino all’interno e quindi percepire un reddito, se invece non si fa un minimo di investimento, il rischio è di lasciarla sfitta, facendola diventare solo un costo!

Quindi se hai una casa e fai difficoltà ad affittarla non perdere altro tempo e contattami compilando il form!

Scrivi qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *