Pois, righe, quadri, fiori e chi più ne ha più ne metta… sono fantasie belle e mettono senza dubbio allegria e un tocco di carattere alla propria casa.

Si può spezzare la monotonia e mixare insieme pattern diversi?
Come con i diversi stili anche con le fantasie è possibile giocare accostandole insieme, naturalmente il tutto con un poco di criterio per evitare di cadere nell’esagerazione, non tutte le varie stampe messe vicine stanno bene insieme!
Anche in questo caso, quindi, la parola d’ordine sarà equilibrio!

Prima di tutto dobbiamo tenere presente che questo tipo di abbinamenti non riguardano solo i tessuti, ma anche muri (magari se si usano le carte da parati) e i tappeti!

Partire dai tessili, come copriletti, plaid tende e cuscini, resta la cosa più semplice, anche perché più facilmente correggibile in termini di tempo e denaro!

Quindi come fare per mettere insieme due o più fantasie?
Ecco alcuni piccoli consigli per riuscire ad abbinare in maniera magistrale pattern diversi e avere una casa che rispecchi la tua personalità!

Il primo suggerimento, è quello di iniziare con solo due fantasie!

L’accoppiata più facile è quella tono su tono, fantasie diverse, magari geometriche, ma stesso colore. (viceversa stessa fantasia con colori diversi)

(fonte pinterest)

Puoi anche usare fantasie simili su colori in contrasto come in questo esempio

(fonte pinterest)

Se invece ami una fantasia con più colori il secondo pattern dovrebbe avere quantomeno un colore in comune, in questa maniera il melange sarà senza dubbio armonioso.

Le fantasie presenti sono tantissime, c’è l’imbarazzo della scelta, quindi per iniziare scegli quello che sarà il tessuto principale, quello che ti piace di più di tutti.

Scelta questa la seconda fantasia dovrà essere un poco più neutra, o con al massimo un tocco di colore che sia presente, come detto prima, anche nel primo tessuto.

Un’altra attenzione da porre nella scelta di fantasie diverse è la scala dei disegni scelti, ovvero la loro grandezza, meglio se le dimensioni sono diverse!

Osservare la “scala”, soprattutto quando ci sono stoffe multicolor, è molto importante per un risultato ottimale, quindi se la prima fantasia ha un disegno grande dovrai poi, nella seconda fantasia, scegliere un disegno piccolo.

Per esempio supponiamo che il primo tessuto abbia dei fiori grandi, come secondo tessuto potrai scegliere una fantasia geometrica piccola (righe, quadrati..).

Le stampe geometriche sono ottime come secondo abbinamento perché sono davvero flessibili.
Il succo è che uno dei due tessuti deve assolutamente spiccare sull’altro con colori e disegni più eclatanti e l’altro dovrà essere un poco più neutro!

(fonte pinterest)

Siccome il tre è considerato il numero perfetto, anche nell’interior e nella scelta dei tessuti abbinare tre tipi di tessuti diventa davvero una scelta ideale!

Per non esagerare ti consiglio di usare una tinta unita che leghi insieme le due fantasia; se hanno un colore in comune per esempio quella sarà senza dubbio una perfetta combinazione! In caso contrario scegli un colore presente ne tessuto principale.

Non usare più di tre tonalità, ma declinale pure in tutto il resto della casa, complementi d’arredo compresi!

(fonte pinterest)

Se hai paura di sbagliare non esitare a contattarmi compilando il form:

Scrivi qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *